bimbo libero

Modena, bimbo di 13 mesi caduto dalla finestra: le parole della baby sitter

Modena, le prime parole della baby sitter dopo la caduta dalla finestra del bimbo di 13 mesi

Sono in corso tutte le indagini del caso da parte delle forze dell’ordine, per la drammatica vicenda del bimbo di 13 mesi caduto dalla finestra della casa. La baby sitter 32enne risulta essere indagata per il reato di omicidio, visto che si ipotizza che lo abbia gettato volontariamente.

bimbo libero

Un vicino è stato il primo a trovare il piccolo esanime a terra. Infatti ha lanciato tempestivamente l’allarme alle forze dell’ordine. Pochi secondi dopo sul posto sono arrivati anche i genitori.

Il dramma è avvenuto nella mattinata di martedì 31 maggio. Nella casa della famiglia che si trova a Soliera, comune in provincia di Modena.

La baby sitter lavorava per quelle persone da gennaio. Passava 8 ore con il bambino, ma fino a quel momento dal racconto della nonna, non ha mai dato problemi o segni di squilibrio.

bimbo libero

Nella mattina in cui è avvenuto il tutto, sembrava essere una giornata come le altre. Non era sola in casa, ma con lei c’era anche la colf. Per motivi ancora da chiarire dagli inquirenti, la donna avrebbe preso il piccolo tra le braccia e lo avrebbe gettato dalla finestra.

I vicini solo in queste ultime ore, hanno raccontato di averla vista immobile davanti la finestra e le sue prime parole sono state: “Adesso è libero!”

Bimbo di 13 mesi caduto dalla finestra: la testimonianza

L’unica che ha saputo dare delle spiegazioni concrete è una cameriera, che avrebbe visto la scena, ma in parte. Infatti la sua testimonianza è fondamentale per gli agenti. Non è ancora chiaro se però fosse in casa o nel giardino.

L’udienza di convalida del fermo della donna è prevista per venerdì nel carcere Sant’Anna. Al suo primo interrogatorio non ha saputo spiegare cosa sia accaduto, perché ancora sotto shock. Il suo legale Francesca Neri, su questo ha dichiarato:

bimbo libero

La mia assistita è ancora molto scossa. Si sente smarrita, non riesce a parlare e non comprende bene quello che sta accadendo.