Gioele e Viviana: le ipotesi della Procura

Morte di Gioele Mondello e Viviana Parisi: due le ipotesi della Procura

Dopo il ritrovamento dei resti del piccolo Gioele, la Procura sta cercando risposte sulla sua morte: due sono le ipotesi principali

Dopo il ritrovamento dei resti del piccolo Gioele, gli inquirenti stanno cercando riposte. Ci sono due principali ipotesi, che secondo la Procura, possano aver portato Viviana Parisi e il suo bambino di 4 anni alla morte. La prima, quella più convincente, è quella dell’aggressione di animali. Potrebbe essere accaduto sia prima, che dopo la morte .

Il Procuratore di Patti, Angelo Cavallo ha spiegato che i resti del piccolo Gioele sono stati trovati in parti diverse. Trascinati dagli animali selvatici. Ora, però, bisogna capire se l’aggressione sia avvenuta prima e possa essere la causa della morte del bambino. O dopo, quando il suo corpo era già senza vita.

Gioele e Viviana: le ipotesi della Procura

La seconda ipotesi rimane ancora quella dell’omicidio-suicidio. Viviana Parisi potrebbe aver ucciso il suo bambino e poi essersi tolta la vita. Forse mamma e figlio sono morti nello stesso punto e poi gli animali selvatici hanno trascinato via Gioele. Una possibilità che la famiglia Mondello esclude con convinzione. Viviana amava suo figlio e i parenti sono certi del fatto che non lo avrebbe mai ucciso e che non si sarebbe mai suicidata.

Gioele e Viviana: le ipotesi della Procura

Nella giornata di ieri gli investigatori hanno prelevato il Dna di Daniele Mondello, che servirà a stabilire con certezza che i resti appartengono a Gioele. Il medico legale, Elvira Ventura Sapagnolo ha spiegato che serviranno molti esami per capire come sia morto il bambino. I suoi resti sono in uno stato di decomposizione più avanzato di quello di sua madre.

Sarà necessario uno studio approfondito per avere un quadro più completo. Occorre analizzare il grado di lesività presente sul corpo per valutare l’azione della macrofauna. Si arriverà ad una conclusione che possa dare certezze.

Ipotesi della Procura: l’avvocato Mondello non crede all’omicidio-suicidio

Gioele e Viviana: le ipotesi della Procura

Anche l’avvocato e cugino di papà Daniele, Claudio Mondello non crede alla pista dell’omicidio-suicidio. In un post su Facebook ha sottolineato la possibilità che Gioele possa essere sfuggito al controllo della mamma e lei, per cercare un contatto visivo, possa essere salita sul traliccio ed essere andata incontro ad un fatale incidente. Il piccolo potrebbe essersi ritrovato solo, a vagare nel bosco, fino all’incontro con qualche animale.

Gli inquirenti continuano a cercare risposte alle tante domande. Qual è la verità? Come sono morti Viviana Parisi e il piccolo Gioele Mondello?

Il piccolo Thiago è tornato a camminare

Omicidio Willy, arrivati i risultati dell'autopsia: sono shock

Incidente a Crispano, papà di 44 anni ha perso la vita

Ecco com'era Alba Parietti da giovanissima

Disinfettante Neoxinal, l'Aifa vieta l'uso e ritira alcuni lotti

Alex Zanardi sarà sottoposto ad un altro intervento di ricostruzione cranio-facciale

Omicidio Daniele De Santis: killer ripreso dalle telecamere