Le parole del criminologo di Viviana e Gioele

Morte Viviana e Gioele, la denuncia: “Ci fanno visionare i corpi, ma con una richiesta illogica”

I dubbi e le perplessità del criminologo e del medico legale assunti dalla famiglia di Viviana e Gioele

Sono passati più di sei mesi dalla tragica morte di Viviana Parisi e del piccolo Gioele Mondello e la vicenda è ancora avvolta nel mistero. Sono tanti gli interrogativi e i dubbi che la famiglia delle due vittime continuava a porsi. Il 6 marzo, finalmente, il criminologo Carmelo Lavorino e il medico legale Antonio Della Valle, assunti dalla famiglie Mondello e Parisi, potranno ispezionare i corpi.

C’è solo un particolare che ha suscitato rabbia nei due professionisti. La Procura ha imposto delle limitazioni. Cosa significa? Il criminologo e il medico legale potranno visionare i resti dei corpi di Viviana e Gioele, ma non potranno utilizzare gli strumenti più attuali di fotografia e videoripresa laser. Nonostante si tratti di apparecchi non invasivi, la Procura ha deciso di consentire soltanto l’utilizzo di videocamere e fotocamere “normali e tradizionali“.

Le parole del criminologo di Viviana e Gioele

Il criminologo Carmelo Lavorino ha espresso molta perplessità riguardo tale richiesta. Perché imporre queste limitazioni?

Ci poniamo concretamente tre domande e offriamo le nostre risposte all’opinione pubblica.

Le 3 domande del criminologo di Viviana e Gioele

Cosa potremmo noi rilevare di così ‘strano’ o ‘ambiguo’ con quella strumentazione vietateci e che una normale macchina fotografica non potremmo invece rilevare?

Risposta:

Forse e giammai alcune non corrispondenze e complanarità tra le lesioni sugli indumenti e le lesioni cutanee! Dettagli speciali che farebbero cadere ipotesi apodittiche? E se così fosse, perché noi non dovremmo potere constatare e/o valutare ciò? Qual è la ratio? Si elimina il contraddittorio?

Le parole del criminologo di Viviana e Gioele

La seconda domanda posta dal criminologo:

Perché, da cosa e in che modo potremmo NOI essere ‘fuorviati?’

Risposta:

Forse e giammai da tessuti che diageneticamente avanzati (insieme dei processi chimico-fisici che si verificano all’interno di un sedimento) possono sempre fornire indicazioni e coordinate da correlare ai dati circostanziali e ai fatti perimortem! E perché mai noi potremmo essere fuorviati?

Le parole del criminologo di Viviana e Gioele

L’ultima domanda:

Possono gli Inquirenti e i loro Consulenti dirci-imporci-stabilire quello che dobbiamo fare e come pensare, oltre che limitarci sull’operato, sul metodo e sulle nostre inferenze.

Risposta:

Sicuramente no, il contraddittorio e la scienza hanno altre regole.

Insomma, una richiesta che a Carmelo Lavorino non sta affatto bene. Il criminologo, insieme al medico legale assunto dalle famiglie delle sue vittime, potrà esaminare i corpi di Viviana e Gioele il prossimo 6 marzo. Daniele Mondello ha più volte ripetuto che non si fermerà mai finché non scoprirà la verità e continuerà a lottare finché ne avrà la forza.

"Si tratta di una malattia che ti toglie tutto. Ho pensato di voler morire". Racconta a Verissimo della malattia dei suoi figli e Silvia Toffanin non trattiene le lacrime

"Si tratta di una malattia che ti toglie tutto. Ho pensato di voler morire". Racconta a Verissimo della malattia dei suoi figli e Silvia Toffanin non trattiene le lacrime

Caso Denise Pipitone, spunta una nuova foto sul profilo del legale di Piera Maggio. Federica Panicucci la mostra a Mattino 5

Caso Denise Pipitone, spunta una nuova foto sul profilo del legale di Piera Maggio. Federica Panicucci la mostra a Mattino 5

Paura per l'allenatore: tutta la sua famiglia è positiva e sua moglie è stata ricoverata allo Spallanzani

Paura per l'allenatore: tutta la sua famiglia è positiva e sua moglie è stata ricoverata allo Spallanzani

Il piccolo Lorenzo è morto 20 giorni dopo la sua nascita: lo straziante messaggio dei genitori

Il piccolo Lorenzo è morto 20 giorni dopo la sua nascita: lo straziante messaggio dei genitori

TRAGEDIA - bimbo di 3 anni ha perso la vita davanti agli occhi dei genitori, durante un matrimonio

TRAGEDIA - bimbo di 3 anni ha perso la vita davanti agli occhi dei genitori, durante un matrimonio

Perché Denise Pipitone non ha il cognome del padre Pietro Pulizzi?

Perché Denise Pipitone non ha il cognome del padre Pietro Pulizzi?

Donna 30enne incinta salvata dopo un distacco di placenta: il bimbo non ce l'ha fatta

Donna 30enne incinta salvata dopo un distacco di placenta: il bimbo non ce l'ha fatta