Gregory Guarnieri in ricezione

Muore a 17 anni nel suo letto mentre stava giocando a un videogioco

Il corpo del 17enne è stato trovato privo di vita la notte scorsa

Ragazzino di 17 anni muore mentre prova un videogioco. Davanti al letto, nella sua cameretta, scorrevano ancora sul televisore le immagini. Ma lui non gareggiava più. La madre lo ha trovato con gli auricolari indossati e il joystick sulle gambe. Fatale una malattia congenita diagnosticatagli nel 2019.

Gregory Guarnieri: il cuore ha smesso di battere

Fiammella candela

La giovane vittima, Gregory Guarnieri, abitava a Mondovì, nel cuneese, in frazione Rifreddo. Era una promessa del baseball, fino a quando, lo scorso anno, la commissione medica non lo ha fermato. Problemi al cuore, quello che la scorsa notte ha smesso di battere.

Funerali previsti sabato

Uso joystick

Lo studente è deceduto nel proprio letto, cuffie alle orecchie, di fronte alla tivù della sua cameretta, alle prese con un videogame d’azione. Era figlio unico, viveva in frazione Rifreddo di Mondovì con il papà Vincenzo, la mamma Nadia e la nonna Paola. Si impegnava tantissimo, asseriscono dalla società di baseball locale.

A trovarlo la mamma, stupita che, alle 4 di notte, la televisione fosse ancora accesa nella sua stanza. Ha chiamato la Croce Rossa, ma il medico del 118, intervenuto con i Carabinieri, non ha potuto fare altro che constatare la prematura scomparsa e ipotizzare fin dal principio che dietro alla crisi ci fosse quel suo fragile cuore. Escluse modalità violente. La salma è stata composta al cimitero di Mondovì. I funerali dovrebbero tenersi sabato 2 gennaio, nella parrocchia di Rifreddo, alle ore 14.30.

Il manager ne era entusiasta

Ambulanza Croce Rossa Italiana

Gregory – ha dichiarato Sergio Fomentelli, suo allenatore fino all’età di 15 anni – era bravo in ogni ruolo, ma soprattutto come lanciatore. Aveva cominciato a lanciare con il suo manager cubano Kini, che ne era entusiasta.

Gregory Guarnieri: il disegno l’altro suo talento

Gregory Guarnieri indossa il completo da baseball

Se problemi di salute non ne avessero fermato la corsa – ha proseguito Fomentelli – avrebbe potuto fare parecchia strada. L’altro suo talento era il disegno. Presso la scuola di grafica e comunicazione pubblicitaria Cravetta Marconi di Savigliano era uno degli allievi più brillanti.

Morte della piccola Antonella: la risposta del suo papà alle tante critiche e il racconto di quegli ultimi minuti nel bagno di casa

Morte della piccola Antonella: la risposta del suo papà alle tante critiche e il racconto di quegli ultimi minuti nel bagno di casa

Ad un anno dalla morte di Kobe Bryant, Reggio Emilia, città che lo ha ospitato per molti anni, ha deciso di onorarlo in una maniera speciale

Ad un anno dalla morte di Kobe Bryant, Reggio Emilia, città che lo ha ospitato per molti anni, ha deciso di onorarlo in una maniera speciale

Morte della piccola Antonella: le parole dei suoi genitori

Morte della piccola Antonella: le parole dei suoi genitori

A due settimane dall'accoltellamento, Joseph Capriati operato d'urgenza: cosa è successo e le condizioni del deejay

A due settimane dall'accoltellamento, Joseph Capriati operato d'urgenza: cosa è successo e le condizioni del deejay

Morte della piccola Antonella: interviene il Garante della Privacy. Ecco la decisione verso TikTok

Morte della piccola Antonella: interviene il Garante della Privacy. Ecco la decisione verso TikTok

Lutto nel mondo del cinema: l'amatissima attrice è morta lasciando i fan increduli

Lutto nel mondo del cinema: l'amatissima attrice è morta lasciando i fan increduli

Doloroso lutto per Wilma De Angelis: “Mi sento orfana”

Doloroso lutto per Wilma De Angelis: “Mi sento orfana”