Nicolò Maja

Nicolò Maja, unico sopravvissuto a Samarate: vorrebbe chiedere al padre perché lo ha fatto

Perché l'uomo ha compiuto questa strage famigliare?

Nicolò Maja è l’unico sopravvissuto di Samarate, dove il padre ha tolto la vita a tutta la sua famiglia. Entrato in coma, si è risvegliato e a fatica sta cercando di recuperare. Le sue condizioni di salute fisiche non destano più preoccupazione. Ma la sua anima è in pezzi per quello che è accaduto ai suoi affetti più cari. Lui vorrebbe tanto chiedere al padre perché lo ha fatto.

Nicolò Maja

Il ragazzo di 24 anni è l’unica persona sopravvissuta nella casa di Samarate, in provincia di Varese, dove il padre Alessandro ha tolto la vita alla madre e alla sorella di 16 anni. E dove ha anche cercato di mettere fine alla vita del suo figlio primogenito.

Il padre di famiglia si trova al momento in cella, con l’accusa di aver tolto la vita madre e figlia adolescente e di aver tentato di fare altrettanto con il figlio 24enne. Intervistato dai giornalisti del Tgr Rai della Regione Lombardia, Nicolò Maja racconta come si sente.

Gli chiederei una motivazione del perché è arrivato a fare una cosa del genere. Cosa aveva la nostra vita che non andava bene per lui. Ho superato i momenti difficili con la forza che mia madre e mia sorella mi davano e che so che mi danno ancora e con il sostegno dei miei parenti.

A quanto pare il padre gli avrebbe scritto anche una lettera, ma lui non ha mai voluto rispondere. Se dovesse ancora contattarlo lo farebbe solo per chiedergli il perché di tutto questo.

strage di sammarate

Nicolò Maja vorrebbe chiedere al padre solo una cosa: perché ha fatto tutto questo

Il ragazzo racconta che aveva molte preoccupazioni al lavoro, ma nessuno pensava potesse arrivare a un atto del genere. Il processo contro l’architetto inizierà il prossimo 14 gennaio presso la Corte d’Assise del Tribunale di Busto Arsizio, dove Nicolò è parte civile.

Il 24enne ora vuole trovare un lavoro per mantenersi, vuole andare allo stadio a vedere la partita della sua squadra del cuore, il Palermo, e anche assistere a un gran premio di Formula Uno.