telefono alice

Omicidio Alice Neri: il telefono era acceso poche ore prima del ritrovamento

La mattina del giorno della scomparsa di Alice Neri, il suo telefono era acceso e qualcuno metteva giù

Il telefono di Alice Neri era acceso il giorno in cui hanno ritrovato il suo corpo senza vita, nel bagagliaio della sua auto, avvolta tra le fiamme. Questo è ciò che è emerso dal racconto del marito e del fratello, in un’intervista con un inviato di Quarto Grado.

telefono alice

Sono ancora tante le domande a cui gli inquirenti devono trovare una risposta, per questo delitto, che non ha ancora un colpevole. Al momento gli indagati sono 3.

I fatti sono iniziati nella serata di giovedì 18 novembre. Alice era uscita di casa, salutando il marito e la figlia ed aveva in programma di andare a fare un aperitivo insieme ad un suo collega.

Tuttavia, da quel momento non ha fatto più rientro in casa. L’uomo se ne è reso conto nella notte e sin da subito, ha provato a chiamarla, ma secondo una sua sensazione, da ciò che ha detto all’inviata di Quarto Grado, qualcuno metteva giù il telefono.

telefono alice

Ha usato anche l’applicazione “Trova Telefono”, ma anche in quell’occasione, dopo che le ha segnalato il bar in cui era andata a fare l’aperitivo, qualcuno ha messo giù.

Al momento il marito e il collega con cui si era vista, sono stati iscritti sul registro degli indagati. Questo però è solo un atto dovuto, per poter procedere con le indagini. Tuttavia, nel mirino degli inquirenti, c’è la posizione di un terzo uomo.

Le nuove dichiarazioni del fratello di Alice Neri

Matteo Neri il fratello di Alice, in una nuova intervista con questa stessa trasmissione ha spiegato cosa è successo quella mattina. Ha detto:

Quando il marito Nicholas provava a telefonare il telefono squillava ma le chiamate venivano rifiutate, e questo avveniva con tempistiche diverse: entrava la segreteria ma in tempi diversi da una telefonata e l’altra.

telefono alice

Non era una semplice chiamata a cui uno non risponde. Non trovando riscontro con le chiamate il marito ha provato con l’app Trova Telefono che fa squillare il telefono per 5 minuti interi. Squillava, ma anche questa volta lo hanno interrotto. Alice non aveva l’abitudine di buttare giù il telefono, al massimo squillava a vuoto.