Una colletta per il funerale di Carol Maltesi

Omicidio Carol Maltesi, il legale rompe il silenzio sulle condizioni della madre

Il legale della famiglia di Carol Maltesi, la giovane uccisa da Davide Fontana, ha smentito le voci sulle condizioni della madre

La mamma di Carol Maltesi non si sta lasciando morire. Lo ha voluto precisare il suo legale dopo che diverse testate giornalistiche avrebbero travisato i fatti.

Una colletta per il funerale di Carol Maltesi

Manuela Scalia, legale della famiglia della ragazza uccisa da Davide Fontana, ha lasciato una dichiarazione all’Ansa. Ecco le sue parole:

La mamma di Carol Maltesi è molto provata, fa le terapie in ospedale ma è demotivata rispetto alla fisioterapia a casa, sta realizzando la morte della figlia, ma non si sta affatto lasciando morire. Sono scioccata nell’apprendere che qualcuno possa travisare i fatti. Parliamo di una donna che soffre, evidentemente, e che tra pochi giorni seppellirà la sua bambina, è chiaro che stia vivendo un momento molto difficile, ma da qui a dire che si stia lasciando morire ce ne passa. Il giorno del funerale verrà tutelata al massimo.

Movente omicidio Carol Maltesi

La mamma di Carol Matesi soffre di sla e dopo l’omicidio, la notizia che non volesse più proseguire le cure ha preso piede tra le testate giornalistiche. Per questo, il suo legale ha voluto fare chiarezza. Sta soffrendo, ha perso sua figlia, ma la notizia che si stia lasciando morire non è vera.

L’omicidio di Carol Maltesi

Carol Maltesi è stata trovata in dei sacchi neri, fatta a pezzi e gettata in un dirupo a Borno. Per il suo omicidio, è stato arrestato Davide Fontana. Erano amici e avevano avuto una relazione, nulla di importante per la vittima. Ma l’omicida era ossessionato da lei e quando ha capito che voleva trasferirsi vicino al suo bambino, che vive con il papà, qualcosa dentro di lui ha preso il sopravvento.

Carol Maltesi ultimo messaggio audio

Durante la confessione, ha rivelato che stavano girando insieme un video hard, quando il padre del figlio di Carol Maltesi l’avrebbe chiamata. Proprio all’uomo, la ragazza avrebbe rivelato il suo desiderio di trasferirsi vicino al loro bambino. Dopo quell’ultima telefonata, la vita della giovane mamma è stata spezzata.

Davide Fontana l’ha uccisa con un martello e poi le ha tagliato la gola. In seguito, l’ha fatta a pezzi ed ha nascosto il suo corpo in un congelatore. Per mesi, ha continuato a rispondere ai messaggi, fingendosi la sua vittima. Alla fine, ha gettato i suoi resti nel dirupo a Borno.