Vittime incidente Reggio Emilia

Orjol Lame era ubriaco e drogato alla guida: aperta un’indagine

Era ubriaco e drogato alla guida. Le analisi tossicologiche svolte su Orjol Lame hanno dato esito positivo: aperta un'indagine

Sarebbe risultato positivo a diverse sostanze stupefacenti e all’alcool, Orjol Lame. Il 30enne albanese, domenica scorsa era alla guida della Fiat Stilo che si è schiantata contro un rustico disabitato sulla via Emilia. Nell’incidente sono morti la sua compagna Shane, il loro bambino Mattias e il fratello e la sorella di lei, Resat e Rejana. Ora è indagato per omicidio stradale plurimo.

Vittime incidente Reggio Emilia

Una famiglia intera distrutta in pochi istanti. Nella serata di domenica scorsa, un forte boato ha attirato l’attenzione di coloro che vivono tra Cadé e Villa Gaida, sulla via Emilia.

Una Fiat Stilo, per cause ancora da chiarire, è uscita fuori strada e si è schiantata contro un rustico disabitato posto vicino al ciglio della strada. L’impatto è stato devastante, il muro di cinta del fabbricato si è sbriciolato e la vettura si è completamente accartocciata.

All’interno del veicolo viaggiavano cinque persone, tutte molto giovani. Per quattro di loro non c’è stato nulla da fare. Shane Hyseni di 22 anni, suo fratello e sua sorella minori, Resat e Rejana di 8 e 11 anni, e il piccolo Mattias, figlio della ragazza, sono deceduti praticamente sul colpo.

L’unico a sopravvivere è stato Orjol, il 30enne compagno di Shane e papà di Mattias. Le sue condizioni sono disperate e attualmente è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

In ospedale ci è finita anche la mamma e nonna delle quattro vittime, che quando è arrivata sul luogo dell’incidente domenica sera ed ha visto i quattro teli bianchi stesi a terra, non ha retto al dolore.

Orjol Lame indagato

Vittime incidente Reggio Emilia

Nelle ultime ore si è diffusa la notizia riguardante i risultati degli esami tossicologici svolti su Orjol Lame, il 30enne che era alla guida dell’auto.

L’uomo, stando a quanto riportato, sarebbe risultato positivo a diverse sostanze stupefacenti e all’alcool. Ora è ovviamente indagato per il reato di omicidio stradale plurimo.

Vittime incidente Reggio Emilia

Il Pm Marco Marano della procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo di indagine e i campioni delle analisi svolte sul 30enne sono stati inviati all’istituto tossicologico di Modena.

Clicca qui per leggere le strazianti parole di Adrian Hyseni, il papà e nonno delle quattro vittime.