hicham lassiri papà

Marina di Massa, Hicham Lassiri, papà di Malak e Jannat, ha deciso di rompere il silenzio

Hicham Lassiri, il papà di Malak e Jannat, morte a 3 e 14 anni, ha deciso di rompere il silenzio: l'uomo ha raccontato i momenti che ha vissuto con le sue bambine

Una tragica ed improvvisa vicenda è avvenuta nella mattinata di domenica 30 agosto, a Marina di Massa. Il papà di Jannat e Malak, Hicham Lassiri, ha deciso di rompere il silenzio e di raccontare ciò che ha vissuto in quei momenti. In più chiede giustizia per ciò che è accaduto alle sue bambine.

hicham lassiri papà

Tutto è avvenuto improvvisamente, a causa del maltempo e di una tromba d’aria. Erano le 7 del mattino, quando un pioppo alto circa 4 metri, è caduto proprio sulla tenda dove dormiva la famiglia.

Sul posto è stato necessario l’intervento del 118. I medici intervenuti, si sono subito resi conto che le condizioni della piccola Jannat di 3 anni, erano disperate.

Hanno cercato di rianimarla per diversi minuti, ma alla fine il suo cuore ha cessato di battere. La sorella maggiore, Malak, l’hanno trovata priva di sensi. I soccorritori l’hanno trasportata d’urgenza in ospedale, ma nonostante i loro tentativi, non c’è stato nulla da fare. Ne hanno potuto dichiarare solamente il decesso.

hicham lassiri papà

Il papà, Hicham Lassiri, in un’intervista con La Stampa, ha deciso di parlare. L’uomo, sconvolto e distrutto dalle sue perdite, ha deciso di raccontare gli ultimi momenti prima della morte delle sue figlie. In più ha chiesto giustizia su ciò che è avvenuto.

Il racconto di Hicham Lassiri, papà di Malak e Jannat

Ci ha svegliato il rumore del vento. Un boato. Dopo pochi secondi è caduto l’albero. Jannat, la piccolina, non la vedevo. Mi sono avvicinato a Malak, che aveva un taglio sulla fronte e mi diceva: ‘Papà non riesco a respirare, non ce la faccio.’

Io le ho risposto: ‘Non mi lasciare, ti prego, non mi lasciare.’ Lei mi ha guardato e mi ha detto: ‘Non posso. Vi voglio bene.’ Queste sono state le sue ultime parole. Poi è svenuta e non si è svegliata più.

Spero che qui sulla terra, sia fatta giustizia, perché quell’albero non doveva cadere addosso a loro. Era tutto marcio e doveva essere tagliato prima. Io non voglio accusare nessuno, ci sono le indagini per questo. Chiedo solo giustizia e verità.

hicham lassiri papà

La procura di Massa e Carrara, sull’accaduto ha aperto subito un fascicolo d’indagine. Gli inquirenti, inoltre, hanno anche chiesto l’intervento di un agronomo forestale, proprio per una perizia sulle condizioni in cui si trovava l’albero.

Novara, tragedia sull'A26 auto contro cinghiali: morti due calciatori

Jonathan Galindo, l'incubo social tra i genitori: è davvero reale?

Lecce, parla lo zio del killer Antonio De Marco: "Ragazzo tranquillo e sereno"

Antonio Ciontoli condannato a 14 anni, i familiari a 9: giustizia fatta per Marco Vannini

Alex Zanardi sarà sottoposto ad un altro intervento di ricostruzione cranio-facciale

Napoli, le indagini sul bimbo che si è suicidato a soli 11 anni

Il bimbo caduto dalle scale a Bigolino di Valdobbiadene sta meglio