ipotermia bambino

Perugia, bambino di un anno in arresto cardiaco: la triste scoperta dagli esami

Dramma a Perugia, bambino di un anno ricoverato in arresto cardiaco ed ipotermia: indagini in corso

Sono in corso tutti gli accertamenti del caso per la terribile vicenda di un bambino di un anno, che è arrivato in ospedale in arresto cardiaco ed anche in ipotermia. Per sette lunghi minuti ha rischiato di perdere la vita e i medici hanno fatto di tutto per salvarlo.

ipotermia bambino

Nel frattempo, la Procura della Repubblica ha deciso di avviare tutte le indagini del caso, poiché dagli esami è emerso che sul corpo aveva diverse fratture.

Secondo le informazioni rese note dai media locali, il tutto è iniziato nella mattinata di domenica 15 maggio. Nella città di Perugia, dove la famiglia di origini nordafricane vive da ormai molto tempo.

La mamma è arrivata in ospedale in ambulanza con il piccolo tra le braccia, avvolto in una coperta bagnata. Era in arresto cardiaco edi medici per sette lunghi minuti, grazie ai loro tentativi di rianimazione, lo hanno strappato via dalla morte. A marzo era stato ricoverato una prima volta, per una frattura all’omero.

ipotermia bambino

Lo hanno sottoposto a tutti i controlli di rito ed è proprio da questi che è emersa una triste realtà. Il piccolo ha delle fratture pregresse, precisamente quella all’omero e poi ne hanno trovata una nuova alla testa. In quella stessa zona, risulta esserci anche una tumefazione.

Le condizioni del bambino di un anno arrivato in arresto cardiaco

Il bimbo al momento è ricoverato nel reparto di terapia intensiva e nelle ultime ore, hanno notato segnali di miglioramento sulle sue condizioni di salute.

Nel frattempo le forze dell’ordine hanno sottoposto la mamma ad un interrogatorio. La donna ha raccontato agli agenti che il figlio stava soffocando mentre mangiava un biscotto.

Così per cercare di farlo riprendere, per prima cosa ha provato a scuoterlo e subito dopo gli ha gettato addosso dell’acqua. Inoltre, ha dichiarato che lo sentiva freddo ed per questo che lo ha avvolto in una coperta. Era in ipotermia e la sua temperatura corporea era di circa 33 gradi.

ipotermia bambino

La vicenda è ora al vaglio della Procura dei minori, che sta indagando sull’accaduto ed anche sul contesto familiare in cui vive il bambino. Da quanto si apprende, sul corpo risultano esserci segni pregressi di traumi.