incidente-corso-francia

Pietro Genovese, risultato positivo ai test per alcol e droga

Pietro Genovese, ventenne che ha travolto e ucciso Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, è risultato positivo ai test per alcol e droga; cosa dice l'avvocato

Pietro Genovese, figlio del regista Paolo Genovese, il ventenne che ha travolto e ucciso Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, è risultato positivo ai test per alcool e droga. Non si conoscono ancora i livelli delle sostanze trovate nel suo sangue e, per questo motivo, bisognerà attendere qualche altro giorno.

La notizia è trapelata poco fa: sembra che i test eseguiti su Pietro Genovese, il ventenne alla guida del Suv che ha travolto Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, sarebbero positivi. Il ragazzo, figlio del noto regista Paolo Genovese, era stato sottoposto agli esami alcolemici e tossicologici subito dopo l’incidente. Non si conoscono, però, i livelli e, per questo, bisognerà attendere qualche altro giorno.

alcool-test-positivo-roma

Pietro Genovese era alla guida di una Renault Koleos quando si è ritrovato davanti le due ragazze di 16 anni nella zona di Ponte Milvio. Gaia e Camilla stavano attraversando il Corso Francia in un punto privo di strisce pedonali. Il Corso Francia è una strada a scorrimento veloce molto trafficata.

L’incidente si è verificato intorno a mezzanotte e un testimone ha detto di aver “sentito un gran boato” poi di aver “visto le ragazze a terra. Penso siano state sbalzate per diversi metri. Non pioveva in quel momento è stata una scena terribile”.

pietro-genovese

L’avvocato Tognozzi, rappresentante legale della famiglia Genovese ha dichiarato:

“Il dato della positività o meno cambia un po’ il quadro, aspettiamo l’ufficialità di quello che è emerso dall’alcol test. È una tragedia enorme, non ci sono parole per commentare. Il ragazzo è distrutto e anche la sua famiglia, sono tutti distrutti. Sono morte due ragazze di 16 anni, è una tragedia talmente grande”.

macchina-incidente

Pietro Genovese, dopo aver investito Gaia e Camilla, si è fermato ma era in stato di shock e non sembra ricordare molto. L’avvocato ha aggiunto:

“Dopo l’incidente si è fermato, ma poi non credo si ricordi tantissimo. È una tragedia troppo grande e il ragazzo è in stato di choc assoluto. Domani parliamo con il magistrato. Dal punto di vista processuale quelli che stanno facendo sono tutti atti dovuti”.

Camilla-Gaia

Torneremo con aggiornamenti.

Morte Viviana Parisi, parla l'avvocato Claudio Mondello: "Non si è suicidata"

Trovato Manlio Germano, l'autore del post inneggiante la morte di Willy

Viaggia per la prima volta in aereo a 106 per vedere suo figlio gravemente malato

Un uomo canta ai pazienti mentre li trasporta fuori dalla sala operatoria

Pesava 335 chili, ma adesso ne pesa solo sessantanove. Ecco com'è diventata

Morte Miriam Laezza, l'appello della madre su i social

Bambina scomparsa: ritrovata a 12 km di distanza dalla scuola