Battesimo

Prete sbaglia la formula di Battesimo per anni, tanti fedeli devono rifare il Sacramento

Nulli anche i successivi Sacramenti

Migliaia di persone dovranno rifare tutti i Sacramenti. Succede a Phoenix, negli Stati Uniti d’America: il prete sbaglia la formula di Battesimo per anni e ora tutti quelli che si sono fatti battezzare da lui dovranno ricominciare da capo. Si parla di 26 anni di rituale non consono alla tradizione. E a quanto pare sarebbero nulli anche tutti i Sacramenti ricevuti dopo.

battesimo rissa

Per 26 anni padre Andres Arango ha usato la formula sbagliata per impartire il Sacramento del Battesimo. Un piccolo errore di forma: al posto di dire “Io ti battezzo”, lui ha sempre pronunciato la frase “Noi ti battezziamo”. Per questo il rito non è valido.

L’errore può sembrare davvero banale, di poco conto, ma in realtà in rituali e tradizioni religiosi anche un semplice sbaglio, con un Noi al posto di un Io, può rendere non valido solo il Battesimo, ma anche tutti i Sacramenti che ne sono conseguiti (Comunione, Cresima, persino matrimonio!).

Qualcuno ha scoperto l’errore a metà dell’anno scorso ed è venuto fuori che padre Arango non ha mai detto una volta la formula corretta.

Dopo un attento studio da parte dei funzionari diocesani e dopo aver consultato la Congregazione per la dottrina della fede a Roma è stato deciso che la formula usata dal parroco. “Ti battezziamo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” non può essere ritenuta accettabile perché “non è la comunità che battezza una persona ma è Cristo, e Lui solo, che presiede tutti i sacramenti, e dunque è Gesù che battezza.

Rosario e Bibbia
Fonte foto da Pixabay

Prete sbaglia la formula di Battesimo per anni: i Sacramenti sono tutti nulli

Il sacerdote si è dimesso il primo febbraio scorso da parroco della chiesa di St. Gregory e ha deciso di aiutare chi ha danneggiato con il suo piccolo errore. Il vescovo della diocesi, Thomas Olmsted, ha così commentato l’accaduto:

Battesimo

Non credo che don Andres avesse alcuna intenzione di danneggiare i fedeli o privarli della grazia del Battesimo e dei Sacramenti.