protezione civile

Protezione Civile, prorogare lo stato d’emergenza di altri 6 mesi

La Protezione Civile ha chiesto al governo di prorogare lo stato d’emergenza di altri 6 mesi per l'impossibilità di superare i contesti emergenziali

La Protezione Civile ha deciso di chiedere al governo di prorogare lo stato d’emergenza di altri 6 mesi. Lo stato d’emergenza in Italia è stato istituito a fine gennaio del 2020 e rimarrà in vigore fino al 31 luglio 2020. Ma, data la situazione attuale, la Protezione Civile ha deciso di fare la proposta al governo, chiedendo una proroga di altri 6 mesi.

Si tratta di una proposta fatta dalla Protezione Civile e indirizzata al governo italiano, un ipotesi che potrebbe cambiare molto a livello istituzionale ma incidere relativamente poco sulle nostre vite.

Italia mascherina disegno

Tra le varie proposte inviate al governo dai dipartimenti e dai ministeri al governo in vista della preparazione del Decreto Rilancio c’è una della Protezione Civile che chiede la proroga dello Stato d’emergenza fino al 31 gennaio del 2021. Lo stato d’emergenza attuale dovrebbe finire il 31 luglio 2020.

Le motivazioni

La Protezione Civile illustra, nella proposta, l’impossibilità di superare i contesti emergenziali per cui si è resa necessaria l’istituzione dell’attuale stato d’emergenza. Il più, la proposta è stata fatta anche sulla base dell’attuale situazione epidemiologica nel nostro paese.

Cosa comporterebbe a livello pratico

La Protezione Civile sottolinea che da questo provvedimento “non deriverebbero nuovi o maggiori oneri” per le casse dello Stato. Si tratterebbe, dunque, di un’operazione fatta “nell’ambito delle risorse già stanziate a legislazione vigente per i relativi stati di emergenza”.

protezione civile

 

A livello pratico, dunque, non ci sarebbero tantissimi cambiamenti nella quotidianità dei singoli cittadini. Si tratterebbe di mantenere alti i livelli di attenzione e continuare a delegare al governo i poteri che, normalmente, verrebbero attribuiti agli enti locali. Questo permetterebbe alle governo italiano di garantire interventi mirati, immediati e straordinari a livello nazionale.

protezione civile

 

Un provvedimento, dunque, che avrebbe bisogno, però, di una riformulazione del comma 2 per riuscire ad “escludere qualsiasi effetto finanziario negativo” che potrebbe derivare dalle proroghe. Per questo la richiesta è di inserire nel testo un riferimento al fatto che la proroga avvenga “nell’ambito delle risorse già stanziate a legislazione vigente per i relativi stati di emergenza”.

Torneremo con aggiornamenti sulla questione appena possibile.

Toscana: una sola persona per famiglia può fare la spesa al supermercato

L'ex Miss America e attrice Leanza Cornett è morta a 49 anni

È morta Denise Paganotti, la 21enne colpita da una malattia fulminante

Intascano 27 milioni di euro con i Gratta e Vinci ma vengono scoperti

Roberta Ragusa: le parole di Sara Calzolaio per Antonio Logli

Jessica Ponzoni: muore a 25 anni a causa di un incidente stradale

Dossier Scuola, Giuseppe Conte incontra i capi delegazione