Morto Roberto Brunetti

Roberto Brunetti, detto Er Patata, trovato morto in casa a 55 anni

Lutto nel mondo del cinema e della televisione italiana: Roberto Brunetti, famoso attore romano, trovato morto in casa

Il mondo del cinema italiano ha da poche ore appreso, con enorme tristezza, la notizia della morte di Roberto Brunetti, conosciuto da tutti con il soprannome di Er Patata. Il suo corpo senza vita è stato trovato nella serata di venerdì, disteso sul letto del suo appartamento a Roma, in via Arduino.

Morto Roberto Brunetti

Soltanto ieri si era diffusa la notizia riguardante la morte di un altro grandissimo attore italiano, capace di entrare nel cuore di tantissimi spettatori. Questi era Franco Ravera.

Aveva 62 anni e si è spento dolo aver lottato a lungo con una brutta malattia che alla fine lo ha portato via e che, lui, aveva tenuto nascosta fino alla fine.

Appresa la notizia del suo decesso, i tantissimi fan, ma soprattutto gli amici colleghi che avevano lavorato con lui nel corso di una carriera durata oltre 40 anni, hanno invaso i social e i quotidiani con messaggi di stupore, cordoglio e affetto.

Tra questi, i più commoventi sono stati quelli del regista Fausto Paravidini, che aveva collaborato con Ravera in diverse occasioni, e quello di Claudio Bisio, che aveva recitato con lui in “Benvenuto Presidente” e “Bentornato Presidente”.

Addio anche a Roberto Brunetti, detto Er Patata

Morto Roberto Brunetti

Sconvolgente e totalmente inaspettata anche la notizia della morte di Roberto Brunetti, l’attore romano di 55 anni che era noto a tutti con il suo storico soprannome di Er Patata.

Il suo cadavere è stata rinvenuto nel suo appartamento della Capitale, intorno alle 22:30 di venerdì scorso. Sul suo corpo non ci sono segni di violenza, quindi si dovrà indagare per fare maggiore chiarezza su quelle che sono state le cause della morte.

Era diventato famoso nel 1997, quando recitò nel film Fuochi D’Artificio, diretto da Leonardo Pieraccioni. Poi aveva avuto delle parti importanti anche in altri film e fiction, come per esempio Romanzo Criminale, prima di abbandonare la recitazione ed aprire una sua attività commerciale.

Morto Roberto Brunetti

Riguardo a questa sua scelta, in passato aveva dichiarato che non era affatto definitiva.

Non c’è tutto questo lavoro al cinema, ma abbandonare è un parolone. Diciamo che ho cercato di ampliare la mia vita. Ma se qualcuno mi chiamasse per recitare, perché no? Ci starei molto volentieri. Basterebbe mettere un cartello sulla serranda del negozio ‘Chiuso per film’.