genitori valeria

Roma, Valeria Fioravanti morta a 27 anni di meningite: il dolore dei genitori

Il racconto straziante dei genitori di Valeria Fioravanti, sui suoi ultimi giorni di vita: le loro parole

Sono giorni di strazio e tristezza quelli che stanno vivendo i genitori di Valeria Fioravanti, la 27enne che purtroppo ha perso la vita per una meningite diagnosticata in ritardo. Hanno scelto di presentare una denuncia e quindi la Procura ha avviato un’inchiesta sull’accaduto.

genitori valeria

I genitori in un’intervista con il Tg1, hanno voluto spiegare cosa è successo e soprattutto ciò che ha vissuto nei suoi ultimi giorni di vita. La madre ha detto:

Il dolore non passava. Aumentava. Ha dormito due notti con me, mia figlia delirava, continuava a chiedere aiuto. Quando mia nipote chiederà perché le altre bambine hanno la madre e lei no, cosa le dirò?

Mia figlia non me la ridaranno più. Diceva: ‘Papà mettimi le mani in testa, mi sta scoppiando!’

genitori valeria

La Procura ha scelto di avviare un’inchiesta per il reato di delitto colposo, al momento contro ignoti. Saranno solo le ulteriori indagini a far luce sul triste episodio e sulla causa del decesso. Hanno deciso di disporre anche l’autopsia sul corpo.

La straziante vicenda di Valeria Fioravanti

Il tutto per questa ragazza è iniziato lo scorso 25 dicembre, il giorno di Natale. Si è sottoposta ad un intervento per rimuovere un ascesso sotto un ascella.

Due giorni dopo ha contratto un’infezione e quando è tornata in ospedale le hanno medicato la zona e l’hanno rimandata a casa. Nei giorni seguenti, che per la famiglia dovevano essere di festa, le sue condizioni sono peggiorate ulteriormente.

Aveva forti mal di testa e dei malesseri alla parte del collo. Si è recata in tre diversi ospedali, ma ogni volta la rimandavano a casa con degli antidolorifici.

genitori valeria

Nel suo ultimo ingresso al pronto soccorso dei Gemelli, il 5 gennaio, i medici hanno scoperto che aveva contratto una meningite. Per lei però era ormai troppo tardi e poco dopo ha perso la vita. Ora i genitori hanno deciso di presentare una denuncia, per far chiarezza su tutto ciò che è successo.