funerale giulio

Sarzana, l’ultimo straziante addio a Giulio, il 12enne trovato senza vita nel letto dal padre

L'ultimo straziante addio a Giulio, il 12enne trovato senza vita nel suo letto: la richiesta dei genitori per il funerale

Nella giornata di sabato 10 dicembre, si sono tenuti i funerali di Giulio, il 12enne che il padre ha trovato senza vita nel suo letto. Sono davvero tante le persone che hanno scelto di essere presenti nella cerimonia laica, anche per mostrare vicinanza alla sua famiglia.

funerale giulio

Per l’intera comunità è un momento di grande tristezza. Purtroppo questa prematura scomparsa, ha sconvolto tutti ed anche per i suoi cari, è davvero difficile da accettare.

I fatti sono avvenuti nella tarda mattinata di giovedì 8 dicembre. Precisamente nel piccolo comune di Sarzana, nella provincia di La Spezia.

Giulio fino alla sera precedente sembrava stare bene. I genitori visto il giorno di festa, avevano deciso di farlo dormire un po’ di più, ma quando hanno iniziato a chiamarlo, si sono resi conto che non rispondeva.

funerale giulio

Il padre Fabrizio, è entrato nella sua stanza ed ha iniziato a scuoterlo, ma si è presto reso conto che il figlio non dava segni di vita. Da lì, è partito il tempestivo allarme ai sanitari, che sono arrivati sul posto in pochi minuti.

Tuttavia, i medici intervenuti non hanno avuto altra scelta che constatare il decesso. Il bambino aveva perso la vita nella notte, a causa di un malore che non gli ha lasciato scampo.

L’ultimo straziante addio a Giulio, dopo il suo decesso

Nella giornata di sabato 10 dicembre si sono tenuti i suoi funerali. Erano davvero tante le persone presenti tra i suoi amichetti e tutti gli amici. Il padre ha anche chiesto di non portare fiori, ma di fare delle donazioni all’associazione sportiva ‘Gli Amici del Giacò’. Sempre il papà nel suo messaggio ha detto:

Vogliamoci bene, perché questo era il suo messaggio, voleva bene a tutti.

funerale giulio

Alla fine del rito funebre, i genitori hanno deciso di cremarlo e di portare le ceneri all’Isola D’Elba, un posto che frequentavano spesso e che probabilmente Giulio amava molto.