funerale vincenzo semerano

Taranto, funerale Vincenzo Semerano: il dolore dei suoi amici

Taranto, il dolore dei bambini durante il funerale del piccolo Vincenzo Semerano: morto a soli 10 anni

Una folla commossa ha deciso di partecipare al funerale del piccolo Vincenzo Semerano, morto a soli 10 anni. Le immagini del dolore dei suoi compagni, hanno spezzato i cuori di migliaia di persone. Purtroppo, lottava da tempo contro un tumore, che alla fine non gli ha lasciato scampo.

funerale vincenzo semerano
CREDIT: FACEBOOK

Un grave lutto ha colpito la città di Taranto, ma soprattutto il quartiere di Rione Tamburi, dove il piccolo era cresciuto e dove in molti hanno cercato di aiutare lui, ma anche tutta la sua famiglia.

Purtroppo i medici gli hanno diagnosticato un tumore alle ossa e nelle ultime settimane, è anche risultato positivo al tampone per il Covid-19. Era ricoverato al Bambin Gesù di Roma ed i dottori stavano facendo il possibile per riuscire a salvarlo.

La malattia però, non gli ha lasciato scampo, lo ha strappato via dall’affetto dei suoi cari troppo presto. Aveva solamente 10 anni e tutti sono rimasti sconvolti da questa tragica ed improvvisa perdita. Infatti la comunità ora si è stretta vicino al dolore dei suoi familiari.

funerale vincenzo semerano
CREDIT: VIDEO FRANCESCO MANFUSO

L’estate scorsa era stata avviata una raccolta fondi, per permettere ai genitori di portare il piccolo a Roma, per un trapianto di midollo. In molti hanno deciso di fare la loro parte ed infatti sono riusciti a raccogliere circa 8 mila euro.

Il bambino è partito accompagnato dalla madre e dal padre, con un camper taxi dell’associazione Simba, per andare all’ospedale Bambino Gesù della Capitale.

Lo strazio degli amici di Vincenzo Semerano durante il suo funerale

CREDIT: ANDREA SGURA

Il carro funebre, con all’interno la piccola bara bianca, è passato nel Rione Tamburi e tutti i suoi compagni lo hanno aspettato ed hanno avuto la possibilità di salutare il loro amico per un ultima volta. A giugno, gli stessi bambini, si sono riuniti sotto la finestra dell’abitazione di Vincenzo per dargli coraggio prima di partire per Roma.

Il video del funerale è stato girato da Francesco Manfuso e l’immagine estrapolata da quella clip, è diventata presto virale sul web. L’associazione Genitori Tarantini, sull’accaduto ha dichiarato:

funerale vincenzo semerano
CREDIT: FACEBOOK

Il lungo applauso ha aperto un varco e la bara, tra le luce di Natale e la nostra gente, era di un bianco abbagliante, portava con sé l’età del gioco, della spensieratezza e della purezza. Ma era una bara e dentro c’era un bambino tarantino. Abbiamo visto bambini dell’età di Vincenzo piangere, aggrappati alle loro madre, con gli occhi pieni di paura. I bambini non devono avere paura e non devono piangere un loro amico. Una storia vista e vissuta già troppe volte.

Mark Bryan è etero, sposato e ha dei figli e lavora come ingegnere robotico ma ama indossare gonne a tubino e tacchi alti: le foto

Mark Bryan è etero, sposato e ha dei figli e lavora come ingegnere robotico ma ama indossare gonne a tubino e tacchi alti: le foto

Tragedia, aereo precipitato poco dopo il decollo: morti 4 giocatori e il presidente di una squadra di calcio

Tragedia, aereo precipitato poco dopo il decollo: morti 4 giocatori e il presidente di una squadra di calcio

Carabinieri trovano il corpo di una 17enne gettato in un burrone: poco dopo la svolta

Carabinieri trovano il corpo di una 17enne gettato in un burrone: poco dopo la svolta

Tragedia, mamma di 25 anni inscena un incendio: gli inquirenti scoprono la verità su ciò che ha fatto ai suoi figli

Tragedia, mamma di 25 anni inscena un incendio: gli inquirenti scoprono la verità su ciò che ha fatto ai suoi figli

Lidia aveva 27 anni e si era appena laureata. Ha trovato la morte sulla Statale 89

Lidia aveva 27 anni e si era appena laureata. Ha trovato la morte sulla Statale 89

Arrivati i risultati dell'autopsia sul corpo dell'ex campione morto a 49 anni

Arrivati i risultati dell'autopsia sul corpo dell'ex campione morto a 49 anni

Ad un anno dalla morte di Kobe Bryant, Reggio Emilia, città che lo ha ospitato per molti anni, ha deciso di onorarlo in una maniera speciale

Ad un anno dalla morte di Kobe Bryant, Reggio Emilia, città che lo ha ospitato per molti anni, ha deciso di onorarlo in una maniera speciale