morta alessia

Trieste, tre giorni dopo la sua scomparsa, Alessia Bo è stata ritrovata ormai senza vita

Trieste, scomparsa da casa in piena notte, Alessia Bo è stata ritrovata senza vita dopo 3 giorni di ricerche

Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche di una giovane madre chiamata Alessia Bo. Purtroppo un agente fuori servizio ha ritrovato il suo corpo ormai senza vita sotto una scarpata. I soccorritori hanno potuto solo recuperare la sua salma.

morta alessia

Sono giorni di grande tristezza quelli che sta vivendo la sua famiglia, visto che speravano in un finale totalmente diverso. Era scomparsa dalla casa in piena notte, portando con sé il portafoglio e le carte di credito.

Alessia Bo era uscita dalla sua abitazione in provincia di Trieste intorno alle 2 del mattino. Ha lasciato un biglietto in cui chiedeva al marito di prendersi cura dei suoi due bambini.

L’uomo ha denunciato sin da subito l’accaduto alle forze dell’ordine e le ricerche sono partite tempestivamente. Inoltre, con la speranza di ricevere aiuto dagli altri cittadini, ha anche pubblicato un messaggio sui social. Nel post ha scritto:

morta alessia

Mia moglie Alessia no torna a casa da due giorni, abbiamo trovato l’auto a Duino, ma lei non c’è. Non ha il telefono con sé. La sta cercando la protezione civile e stanno battendo tutto il sentiero Rilke. Se qualcuno la vede può segnalare.

Tuttavia, è solo tre giorni dopo che è arrivato il triste epilogo. È proprio in un dirupo che si trova in quel sentiero, che è stato ritrovato il suo corpo.

Le operazioni per il recupero del corpo di Alessia Bo

Un agente della Guardia di Finanza ha ritrovato il corpo mentre era fuori servizio. Era uscito per fare un’escursione in solitaria. Sin da subito ha lanciato l’allarme alle forze dell’ordine e alla Protezione civile.

I soccorritori per recuperare il corpo, si sono dovuti calare in quel dirupo per circa 30 metri, lungo tutta la parete rocciosa.

morta alessia

L’auto di Alessia Bo era stata ritrovata il giorno prima nella zona di Duino. Era in un parcheggio poco distante al ritrovamento del corpo. Era una ricercatrice universitaria e madre di due figli. Ora saranno solo le indagini a dare ulteriori risposte sull’accaduto.