La rabbia dei genitori di Sofia Piccioli

Tutta la rabbia dei genitori di Sofia Piccioli, la bimba di 5 anni travolta dalla porta da calcio

I giornalisti di Rai 2 si sono diretti a Rocca di Botte e si sono imbattuti nei genitori della piccola Sofia Piccioli: tutta la loro rabbia

L’Italia intera è ancora sotto shock per quanto accaduto nel pomeriggio dello scorso lunedì 18 ottobre a Rocca di Botte, in provincia di L’Aquila. Sofia Piccioli, che aveva compiuto 5 anni da una settimana, è stata travolta e uccisa da una porta di un campo da calcio abbandonato. Tutta la rabbia dei genitori della bimba in un’intervista condotta da un giornalista di Ore 14, il programma condotto da Milo Infante.

La rabbia dei genitori di Sofia Piccioli

Sofia, i suoi genitori e il cagnolino di famiglia, originari di Acilia, in provincia di Roma, avevano deciso di trascorrere qualche giorno di relax nella seconda casa di famiglia. Una piccola abitazione a Rocca di Botte, paesino situato nella Marsica, zona dell’entroterra abruzzese.

Nel pomeriggio di lunedì, complice anche la bella giornata di sole, la decisione della famiglia di fare una passeggiata all’aria aperta, alla scoperta delle colline e delle campagne limitrofe al paesino.

La famiglia si è imbattuta in un vecchio campo da calcio abbandonato e si è introdotta all’interno per giocare. Nessuno poteva immaginare ciò che sarebbe successo in pochissimi istanti di terrore. Per cause ancora in corso di accertamento, una delle porte del campetto, composte in ferro battuto, è caduta ed ha impattato proprio la testa della piccola Sofia Piccioli.

Immediatamente i genitori hanno chiamato i soccorsi, che sono giunti sul posto a bordo di un elisoccorso. Purtroppo, ogni tentativo dei medici di rianimare la bimba sono risultati vani. Troppo grave il trauma cranico riportato dalla caduta del palo in ferro.

La rabbia dei genitori di Sofia Piccioli

La rabbia dei genitori di Sofia Piccioli

La Procura della Repubblica di Avezzano ha aperto un’indagine sulla drammatica vicenda. L’intenzione degli inquirenti è quella di capire quali siano le responsabilità di quanto accaduto. Se nel campo ci fossero cartelli che segnalavano il pericolo, oppure cancelli che sono stati aperti in maniera inappropriata.

Intanto, ieri, i giornalisti di Ore 14, il programma di Rai 2 condotto da Milo Infante, si sono recati sulla scena in cui si è consumato l’incidente e si sono imbattuti proprio nei genitori della piccola Sofia.

La rabbia dei genitori di Sofia Piccioli

Evidente lo stato di shock nei loro occhi. Molto evidente anche la rabbia dei due giovani genitori che, urlando, si chiedono il perché quel cancello fosse aperto.

Seguiranno aggiornamenti su questa tragica vicenda.

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"