Tutti gli aggiornamenti sulla neonata che ha perso la vita per la mancanza di anestesisti

La rimandano a casa perché non ci sono anestesisti. Neonata muore. Gli inquirenti stanno indagando sulla ginecologa. Ecco cosa è emerso...

Home > Attualità > Tutti gli aggiornamenti sulla neonata che ha perso la vita per la mancanza di anestesisti

Le indagini sulla neonata che ha perso la vita, a Vibo Valentia, perché la madre non è stata sottoposta a cesareo, continuano senza sosta. Sono venuti fuori alcuni dettagli e le forze dell’ordine, stanno seguendo diverse piste. Nella giornata di oggi, la piccola verrà sottoposta all’autopsia, che chiarirà cosa sia realmente accaduto.

Vibo-Valentia-nuovi-indagati-per-la-neonata-che-ha-perso-la-vita

Questa vicenda ha sconvolto migliaia di persone, perché nessuno riesce a capire come si possa rimandare un cesareo così urgente, per la mancanza di anestesisti.

In base alle ultime notizie che sono venute fuori, gli inquirenti, stanno indagando sulla ginecologa, che si è occupata della madre e della neonata, per tutti i nove mesi della gravidanza.

Vibo-Valentia-nuovi-indagati-per-la-neonata-che-ha-perso-la-vita 1

Le forze dell’ordine hanno aperto quest’indagine, in seguito della denuncia presentata dai due genitori, che sono andati in ospedale per delle fitte addominali, ma non credevano di perdere la loro piccola.

Inizialmente, erano stati informati che c’era una sofferenza fetale e che quindi, dovevano sottoporre la donna a cesareo, ma che a causa della mancanza di anestesisti, dovevano rimandare l’intervento.

Nella mattinata di giovedì, dieci ottobre, la giovane mamma ha iniziato ad accusare forti dolori addominali e per questo, insieme al marito, sono andati in ospedale e lì, sono venuti a conoscenza della tragedia.

Il presidente di Fnomceo (Federazione Nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontogliatri) Filippo Anelli, ha dichiarato: “Una notizia molto dolorosa, che dimostra come in Calabria la situazione sia catastrofica. 

E’ necessario un intervento di emergenza, da parte del Governo e tutte le Regioni dovrebbero assumere un ‘Patto di solidarietà economica e di professionisti’ per sostenere la sanità calabrese. 

Vibo-Valentia-nuovi-indagati-per-la-neonata-che-ha-perso-la-vita-i-genitori-hanno-presentato-una-denuncia

Le conseguenze della disorganizzazione, non possono ricadere sui cittadini!” Tutti sperano che con questa vicenda e con questi interventi, possa cambiare qualcosa. Ci saranno ulteriori aggiornamenti su questo caso e su come si svolgeranno le indagini.

Potete leggere anche: Dopo sei settimane dalla nascita del suo bambino, trovano un “gemello” non nato