Il racconto di Matteo

“Vorrei abbracciarti”, il commovente messaggio di Matteo, il giovane docente accoltellato sui Navigli

Dal letto d'ospedale, Matteo continua a ricordare i drammatici momenti dell'aggressione e il viso dell'uomo che gli ha salvato la vita

Un angelo gli ha salvato la vita e oggi Matteo si è sentito di inviargli un messaggio importante, vorrebbe abbracciarlo per ringraziarlo. Il giovane docente universitario è stato accoltellato sui Navigli mentre festeggiava l’ultimo giorno del viaggio d’istruzione che aveva organizzato con alcuni studenti tedeschi.

Il racconto di Matteo
Credit: video.corriere.it

Mentre oggi il giovane docente si trova nel letto d’ospedale, in un video diffuso da Il Corriere della Sera, racconta quei drammatici momenti e l’aggressione di quell’uomo, il cui nome non è ancora noto.

Si trovava sui Navigli con i suoi studenti, quando dopo cena avevano deciso di recarsi in un locale. Ad un certo punto, una ragazza ha iniziato ad aggredire verbalmente una delle sue studentesse. Matteo, guidato dal suo istinto, è subito intervenuto per placare le acque. Quella ragazza ha però reagito in modo violento, colpendo il giovane docente con una testata.

Mi ha sferrato una testata rompendomi un dente, mentre lei si è procurata un taglio sulla fronte.

Il racconto di Matteo

Nemmeno il tempo di realizzare cosa fosse appena successo, che è arrivato alle sue spalle un uomo di circa 50 anni con un coltello.

Non ho fatto in tempo a rendermi conto di quello che succedeva che un ragazzo mi ha compito alle spalle con un coltello, perforandomi anche una parte del polmone.

Il racconto di Matteo
Credit: pixabay.com

Matteo è crollato a terra e in quel momento, prima che arrivassero gli operatori sanitari del 118, un altro uomo è intervenuto in suo soccorso. Si è tolto il maglione ed ha tamponato le sue ferite. Matteo lo ha descritto come un’extracomunitario gentile, non sa il suo nome, ma ricorda il suo viso. E oggi vuole inviargli un messaggio importante, perché gli ha salvato la vita. Ecco le sue commoventi parole:

Non conosco il tuo nome ma ricordo perfettamente il tuo viso e quello che hai fatto per aiutarmi. Mi hai salvato la vita. Vorrei incontrati per poterti abbracciare.

La maglia del suo salvatore, è ora nelle mani di Matteo, ben conservata. Il giovane docente è stato colpito con una coltellata alla schiena, che gli ha danneggiato un polmone. I Carabinieri stanno indagando sulla vicenda e sembrerebbe che l’aggressore sia un uomo di circa 50 anni, visto dai testimoni e ripreso anche dalle telecamere di sorveglianza della zona.