Salute, cosa chiedono gli italiani a Google

Ecco cosa cerchiamo sul motore di ricerca.

Home > Bellezza > Salute, cosa chiedono gli italiani a Google

Ogni giorno cerchiamo su Google tantissime cose, utili per il nostro lavoro, il nostro tempo libero, per soddisfare le nostre curiosità, ma anche per informarci un po’ di più. E il campo della salute è quello in cui il motore di ricerca di Mountain View è spesso interpellato. Talvolta per comodità: è sempre disponibile a rispondere alle nostre domande. Altre volte per evitare di fare domande imbarazzanti al proprio medico. Anche se dovrebbe essere lui l’interlocutore unico per i nostri problemi di salute! Lo sapete che il 97% degli italiani si rivolge a Dottor Google? Anche se, ormai lo sappiamo, non sempre le informazioni che troviamo sono corrette.

Il provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, in collaborazione con Consulcesi Club, ha deciso di capire quali sono le domande che gli italiani nel 2017 hanno fatto a Goole, inerenti alla salute. Un modo per capire come si informano gli italiani e cosa chiedono al motore di ricerca: anche se sarebbe meglio andare sempre dal dottore!

I dubbi più frequenti degli italiani hanno riguardato, nel 2017, i vaccini obbligatori, la dieta mediterranea, i sintomi dell’intolleranza al glutine, come curare il diabete, come abbassare il colesterolo. Temi di attualità e temi di salute legati spesso all’alimentazione, ecco cosa abbiamo cercato di più su Google.

Per quello che riguarda curiosità e fake news, invece, non muore mai il binomio Vaccini e Autismo, mentre abbiamo cercato molto sulla dieta del limone, sull’assunzione di anguria in chi soffre di diabete, sui semi di chia per trattare disturbi alla tiroide, ma anche sui disturbi sessuali più comuni.

Per arginare soprattutto il fenomeno delle fake news, i medici puntano tutto sulla formazione, con nuove tecnologie di FAD, Formazione a Distanza: i preferiti nel 2017 si rivolgevano proprio a formare i camici bianchi per fugare i dubbi medici degli italia, mentre gli argomenti più amati sono stati l’alimentazione, il diabete, la tiroide, i disturbi del ciclo mestruale, il rapporto medico paziente.

Rapporto che dovrebbe essere più stretto: è ai medici che dobbiamo rivolgerci quando stiamo male. Certo, cercare su internet va bene per informarsi, a patto di informarsi però bene e di evitare le cure fai da te!