Disturbi del sonno, falsi miti a cui non credere più

Quali sono i falsi miti sui disturbi del sonno ai quali dobbiamo assolutamente smettere di credere? Le bufale fanno male alla salute!

Home > Benessere > Disturbi del sonno, falsi miti a cui non credere più

disturbi del sonno possono compromettere la nostra salute. Non è solo una questione di essere meno svegli e meno attivi durante il giorno. Possono davvero provocare danni all’organismo e alla mente che possono essere irreparabili. Lo sappiamo e sappiamo come garantire un sonno perfetto. Ma poi non mettiamo niente in pratica. Anzi, crediamo a tutti quei falsi miti sul sonno che sono ancora più pericolosi dei disturbi!

disturbi del sonno

A svelare quali sono le fake news sul sonno alle quali ancora crediamo sono stati i ricercatori della Langone University di New York , in uno studio pubblicato su Sleep Health. Falsi miti che sono sulla bocca di tutti, ma che possono essere pericolosi per la salute umana.

La ricerca ha analizzato più di 8mila siti confrontando le notizie riportate con la letteratura scientifica più recente dedicata ai disturbi del sonno. Ne è uscita fuori una classifica dei falsi miti sul sonno più diffusi. E più dannosi, anche.

Bastano meno di 5 ore di sonno ogni notte

Non è assolutamente vero. A ogni età corrisponde un range di ore che andrebbero passate dormendo per garantire a mente e corpo di rigenerarsi. Gli scienziati sottolineano che dormire 5 ore o meno aumenta il rischio di problemi gravi per la salute, come problemi cardiovascolari e riduzione dell’aspettativa di vita.

Bere un bicchierino aiuta ad addormentarsi

Questo è vero, ma non rende il sonno migliore, perché riduce la qualità del sonno. In particolare può disturbare in fase REM, la più importante per la mente.

disturbi del sonno

Russare non fa male

Non è vero, perché chi russa soffre sicuramente di un altro problema che viene sottovalutato. E potrebbe anche soffrire di apnea notturna.

Guardare la tv aiuta il sonno

Non è vero. Anzi, è vero il contrario. Guardare la tv o un altro schermo prima di andare a dormire peggiora la qualità del sonno.

Chi sogna dorme bene

Non è vero, non c’è nessuna evidenzia scientifica che colleghi i ricordi dei sogni fatti di notte alla qualità del sonno.

Non alzarsi subito dopo la sveglia fa bene

Tutti amiamo stare ancora 5 o 10 minuti a letto dopo che la sveglia ha suonata. Ma non è che faccia poi così bene.