Dolore al basso ventre in menopausa: cosa sapere

Il tuo ciclo si è fermato già da un po', eppure sono tornati i crampi: scopriamo, allora, che significa quando abbiamo dolore al basso ventre in menopausa

Home > Benessere > Dolore al basso ventre in menopausa: cosa sapere

Quando ci ritroviamo ad avere dolori durante gli anni fertili non ci facciamo troppe domande: segnalano l’arrivo del ciclo. Ma che succede, invece, quando abbiamo dolore al basso ventre in menopausa?

Questo tipo di dolore può essere tanto normale quanto sintomo di molte condizioni diverse, dall’endometriosi ai fibromi uterini. Scopriamo cosa significa e come affrontarlo.

Menopausa: dolori ovaie

Il più delle volte, i dolori alle ovaie e i dolori al basso ventre in menopausa non sono niente di serio: potresti anche semplicemente essere tesa per il fatto di star attraversando questo periodo della tua vita.

Prova a usare i metodi per vivere la menopausa serenamente e a capire se ne trai giovamento. Se i dolori al basso ventre continuano, cerca di tenere un diario e di identificare quando sono più forti e quando sembrano scomparire.

Se dovessero continuare per più di una settimana o se dovessero intensificarsi, allora consulta il ginecologo: saprà guidarti e indicarti cosa fare.

Menopausa e dolori addominali

Un’altra cosa che devi tenere in considerazione se hai dolori al basso ventre e cerchi di capire come comportarti con la menopausa, è il fatto che prima di smettere completamente di funzionare il tuo apparato riproduttivo ti darà qualche piccolo fastidio.

dolori-basso-ventre-menopausa

Nel corso del primo anno di menopausa potresti avere diversi sintomi: crampi, dolori addominali e persino sanguinamento, oltre che gonfiore, mal di schiena, fastidi mentre fai l’amore e stipsi. Finché si tratta di sintomi occasionali, non c’è niente che non vada.

Dolore al basso ventre in menopausa: cause

Se i tuoi sintomi continuano, allora potresti avere dei disturbi più seri. Adesso ti elencheremo alcuni dei problemi più comuni collegati al dolore al basso ventre in menopausa, ma ricordati di non farti prendere dal panico. Tutto è affrontabile: se qualcosa in particolare ti preoccupa consulta il tuo ginecologo.

Fibromi uterini

I fibromi uterini sono escrescenze che si formano nella parete dell’utero. Di solito non sono cancerosi. Anche se la maggior parte dei fibroidi si mostra intorno ai 30 anni, le donne di età compresa tra i 50 anni possono anche ritrovarsi a combatterci.

I fibromi smettono di crescere o diventano più piccoli dopo la menopausa, ma alcune donne possono ancora avere sintomi, come il dolore al basso ventre, anche durante la menopausa.

Disturbi gastrointestinali

Durante la menopausa sei più soggetta ai problemi gastrointestinali, come la sindrome dell’intestino irritabile. Questi problemi possono causare dolori al basso ventre e si verificano solitamente con sintomi aggiuntivi come nausea, vomito o diarrea.

I sintomi potrebbero essere temporanei e possono anche comparire in determinate situazioni, ad esempio dopo aver mangiato latticini o quando sei sotto stress.

Tumori ovarici e uterini (endometriali)

Anche se l’idea ti fa paura, il cancro dell’ovaio o dell’utero può causare crampi addominali. Il rischio per questi tumori aumenta se hai più di 50 anni. La buona notizia è che i dolori al basso ventre in menopausa, da soli, non sono una ragione sufficiente per ritenere che tu abbia un cancro.

Le donne che hanno il cancro di solito hanno altri sintomi, come grossi gonfiori, estrema sensazione di fatica e inspiegabile perdita di peso. In più, generalmente si presenta un sanguinamento continuo, quasi inarrestabile. Se presenti tutti questi sintomi, le probabilità aumentano.

Ricordati che la ricerca ha fatto passi da gigante e che i tumori dell’apparato riproduttivo femminile possono essere curati e sconfitti. Rivolgiti al tuo ginecologo e tutto andrà bene.