Yoga della risata, i benefici

Yoga della risata, i benefici che non ti aspetti: ridere fa bene alla salute di mente e corpo, non dimentichiamolo

Home > Benessere > Yoga della risata, i benefici

Yoga della risata, lo conoscete? Dovreste non solo conoscerlo, ma anche praticarlo ogni giorno. Perché ridere fa bene alla salute di mente e corpo e il sorriso è in grado davvero di migliorare non solo le nostre giornate, ma la nostra intera esistenza. Tanti i benefici da non sottovalutare.

Yoga della risata

Lo sapete che nel 2019 lo yoga della risata è praticato in 106 paesi del mondo e coinvolge ogni giorno 3 milioni di persone? Si pratica anche a scuola o in azienda. Ma possiamo in realtà trarne beneficio dappertutto, a casa o negli ospedali, per il trattamento di persone anziane, malate di Alzheimer, con problemi psichiatrici o disabili.

Lo yoga della risata è una disciplina nata nel 1995 con con la risata, con il sorriso, permette di risolvere molti problemi. Una terapia efficace ed economica, che si può praticare anche da soli. Ma è nel gruppo che si possono trarre i maggiori benefici: si combinano tecniche di respirazione dello yoga con esercizi di risate diaframmatiche.

Dopo 10-15 minuti il nostro cervello può trarre gli stessi benefici che avrebbe da una risata spontanea, perché non riconosce quando ridiamo “per finta” o quando realmente. Quindi possiamo sfruttare tutti i lati positivi della risata ogni volta che ne abbiamo bisogno.

Yoga della risata

Cosa succede a ridere per più di 10 minuti

Ridere è un toccasana di benessere: sono tanti i benefici che una risata spontanea o, come in questo caso, autoindotta può portare nella vita di ognuno di noi.

  • Combatte ansia e stress
  • Migliora la respirazione e l’ossigeno che arriva ai tessuti
  • Si rinforzano le difese immunitarie
  • Diminuisce la pressione
  • Si può combattere il dolore
  • Si migliora l’intelligenza emotiva
  • Si impara a essere resilienti
  • Aumenta l’energia a nostra disposizione
  • Migliorano le prestazioni sul luogo di lavoro
  • Si previene l’invecchiamento
  • Migliorano le condizioni psicologiche delle persone malate, soprattutto prima di interventi o cure importanti