Come cucinare con la Guinness

 

Che bello, oggi è San Patrizio, il patrono di tutti coloro che tornano a casa sbronzi e che amano la birra… Scherzi a parte, dopo aver fatto gli auguri a tutti i Patrizi e a tutte le Patrizie all’ascolto, eccoci qui a parlare del menù che non potrà mancare oggi sulle nostre tavole: ovviamente un menù a base di Guinness, la birra scura irlandese che fa impazzire il mondo. Stanchi delle solite ricette? Ecco dei piatti unici, che sono anche facili da preparare!

guinness
Tutti calmi e beviamoci una Guinness!

Guinness, legata alla festa del patrono irlandese, ha deciso di lanciare un contest davvero molto particolare, chiedendo ai suoi fans di aspettare a ripulire il classico alone di schiuma sulla bocca dopo il primo sorso di birra e condividere le foto del proprio “sbaffo” attraverso l’hashtag #GuinnessTache. Perché Guinness non la bevi ma la “sbaffi”!

guinness-birre
E’ sempre il giorno giusto per una Guinness!

Il giorno di San Patrizio è da sempre una straordinaria celebrazione globale capace di riunire milioni di persone in tutto il mondo semplicemente sotto un unico denominatore comune: divertirsi e stare insieme. Siamo i soli birrai al mondo che tostiamo l’orzo internamente, l’ingrediente chiave che conferisce alla birra il suo caratteristico colore e l’aroma unico e inconfondibile. Usiamo circa il doppio del normale di luppolo e la nostra selezione di lieviti Guinness per conferire alla birra più sapore e una maggiore intensità”.

Cosa cucinare allora? Ecco le ricette da sbaffo per oggi:

Pollo grigliato con Guinness e lime

guinness-pollo
Pollo grigliato con Guinness

Preparazione 10 minuti, più raffreddamento e marinatura. Tempo di cottura50-55 minuti.

Ingredienti per 2 porzioni: 300 ml (mezza pinta) alla spina di Guinness, 1 cucchiaino di condimento Cajun, 2 spicchi di aglio, schiacciati, 2 cucchiaini di miele chiaro, 1 cucchiaino di aceto balsamico, Scorza di limone finemente grattugiata e succo di, 1 lime, 1 lime intero, 2 stelle di anice, 2 quarti di pollo, sale e pepe
Perfetto abbinamento: Guinness alla spina.

STEP 1 Mettete gli ingredienti (ad eccezione di: lime interno, pollo, sale e pepe) in una casseruola e portate ad ebollizione, mescolando bene. Diminuite la fiamma e cuocete a fuoco lento per 10 minuti finché il tutto non si è dimezzato. Lasciate raffreddare, rimuovete le stelle di anice e conservatele, se volete, per guarnire.

STEP 2 Incidete il pollo e aromatizzatelo con sale e pepe, poi mettetelo in un piatto antiaderente poco profondo. Versateci sopra la salsa raffreddata girando il pollo e ricoprendolo l’intera superfice. Coprite e lasciate marinare in frigorifero per minimo due ore o l’intera notte.

STEP 3 Ricoprite una padella da griglia con carta stagnola, stendete il pollo nella padella e con un cucchiaio versateci sopra la marinatura. Preriscaldate la griglia a fuoco medio e cucinate, girando e bagnando il pollo con la marinatura a metà cottura, per 35-40 minuti finché la pelle del pollo non sia abbrustolita e infilzandolo la carne non risulti succosa.

STEP 4 Mentre il pollo è in cottura, tagliate il lime intero in quarti. Aggiungete i quarti di lime nella padella a circa 25-30 minuti di cottura.

STEP 5 Servite ogni quarto di pollo con il brodo della padella, 2 spicchi di lime, le stelle di anice conservate in precedenza e, se gradite, un’insalata di crescione

Il perfetto abbinamento: Guinness alla spina.Temperatura di servizio: 6°C

Cioccolato glassato, Guinness e torta di arance

SONY DSC
Cioccolato e Guinness

Tempo di preparazione 45 minuti. Tempo di cottura 1 ora.

Ingredienti per 8 porzioni: 2 arance grandi, 250 g di zucchero semolato, 175 g di burro non salato, più extra per imburrare la teglia, 150 g di farina auto-lievitante, 25 g di cacao in polvere, 2 cucchiaini di lievito in polvere, 3 uova di allevamento all’aperto, sbattute, 25 g di mandorle macinate, 5 cucchiaini di Guinness, 150 ml di panna
Per la glassa: 20 g di burro non salato, 50 g di zucchero semolato, 3 cucchiaini di Guinness, 100 g di cioccolato fondente (70%), finemente tritato

STEP 1 Sbucciate un’arancia. Grattugiate finemente la buccia dell’altra arancia e lasciate da parte. Utilizzando un coltello affilato, togliete la parte bianca dell’arancia e tagliatela in fettine di circa 5 mm. Mettetele in una piccola casseruola e ricopritele con acqua fredda. Portate ad ebollizione, poi riducete il calore e cuocete a fuoco lento per 10 minuti. Aggiungete 50 g di zucchero e continuate a cuocere a fuoco lento finché tutto il liquido non sia evaporato, facendo attenzione affinché le fettine di arancia non si brucino. Lasciate raffreddare.

STEP 2 Mischiate insieme il burro e lo zucchero restante per la torta in un’ampia scodella fino ad ottenere un composto chiaro e soffice. Setacciate insieme la farina, il cacao e il lievito in polvere, poi aggiungete al burro alternando con le uova. Aggiungete le mandorle macinate, la buccia d’arancia grattugiata, la Guinness, e mischiate per 3-4 minuti fino ad ottenere una consistenza soffice.

STEP 3 Preparate due teglia da 20 cm ed imburratele, poi dividete equamente l’impasto della torta, levigandone la superfice. Cuocete in un forno preriscaldato a 190°C, per 25 minuti finché l’impasto non sia cresciuto e non sia abbastanza solido. Lasciate raffreddare per 5 minuti prima di rovesciare le torte con cautela su una griglia per torte per farle raffreddare completamente.

STEP 4 Montate la panna in una ciotola, poi spalmatela su una torta. Appoggiate le fettine di arancia fredde sulla panna e, con attenzione, poggiateci sopra la seconda torta.

STEP 5 Per fare la glassa, mettete il burro, lo zucchero e la Guinness in un piccola pentola. Utilizzando un fuoco basso, mescolate finché lo zucchero non si scioglie, poi portate ad ebollizione. Rimuovete dal fuoco e aggiungete il cioccolato. Lasciate ammorbidirsi, poi mischiate gentilmente con un mestolo di legno. Lasciate raffreddare e indurirsi. Mentre è ancora caldo e liquido, versate la glassa sopra la torta e usate il retro del mestolo di legno o un coltello per spalmarlo se necessario.
Il perfetto abbinamento: una Guinness West Indies Porter.

di Redazione