Spreco alimentare, soluzioni

Spreco alimentare, soluzioni per combattere una piaga dei nostri giorni con strumenti utili e da adottare ogni giorno

Home > Cucina > Spreco alimentare, soluzioni

Il 16 ottobre è la Giornata mondiale dell’alimentazione. Un giorno per riflettere su quanto cibo e quante risorse sprechiamo ogni giorno. Non possiamo più permetterci questi sprechi: ci costano soldi e costano anni di vita al nostro pianeta, visto che hanno impatti negativi sull’ambiente. Come fare per risolvere la situazione?

Come ridurre lo spreco alimentare

Nella Giornata mondiale dell’alimentazione, Adiconsum ci svela alcuni interessanti dati. Agricoltura, industria, distribuzione e consumo sono i settori che sprecano di più. Mentre in Italia la classifica delle regioni più “sprecone” è così formata: Abruzzo, Liguria, Lazio, Lombardia, Campania, Toscana, Veneto, Calabria, Umbria, Sicilia, Emilia Romagna, Piemonte, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Basilicata, Sardegna.

Sprechi alimentari casalinghi: quali sono i prodotti che sprechiamo di più? Prodotti freschi, pane, frutta e verdura, prodotti in busta, affettati sono le prime voci dello spreco alimentare, che causa ogni anno 14,3 milioni di tonnellate di CO2 nell’atmosfera. Insostenibile, non è vero?

Come ridurre lo spreco alimentare

Consigli per ridurre lo spreco

Come ridurre lo spreco alimentare? Ogni giorno possiamo fare qualcosa di utile e importante: se dobbiamo pretendere che aziende e grande distribuzione evitino di far finire nell’immondizia quintali di cibo che potrebbe sfamare chi ne ha bisogno, anche noi a casa possiamo prestare maggiore attenzione. A partire dalla spesa!

Adiconsum ci dà utili consigli per ridurre fin da ora gli sprechi in casa:

  • Attenzione quando andate a fare la spesa, controllate e comprate solo quello che vi serve.
  • Quando cucinate, attenzione alle dosi: non cucinate troppo.
  • Utilizzate gli avanzi per sperimentare nuove ricette.
  • Organizzate gli spazi nel frigorifero, mettendo davanti i cibi con scadenza ravvicinata.
  • Congelate i cibi che non potete mangiare a breve.
  • Se vi avanza qualcosa, condividete con colleghi e vicini.
  • Chiedi la doggy bag al ristorante.
  • Davvero i cibi saranno scaduti? Prima annusateli e se odore e aspetto sono buoni, provate ad assaggiarli.