Come sono cambiati i bambini

Come sono cambiati i bambini?

Come sono cambiati i bambini? Eh no, non sono più quelli di una volta...

Ah, ai miei tempi… E’ la frase che sentiamo sempre dire ai nostri nonni e anche ai nostri genitori, a sottolineare il fatto che quando erano piccoli e giovani loro le cose erano molto diverse. Migliori o peggiori non sta a noi giudicare, ma sicuramente ogni generazione ha vissuto in maniera diversa le fasi della propria vita a causa di eventi storici, cambiamenti profondi nella società, ambiente famigliare e molto altro ancora. Come sono cambiati i bambini in 120 anni? Sono cambiati molto!

Come sono cambiati i bambini

I bambini sono cambiati. Ma sono cambiate anche le famiglie, la società, le relazioni interpersonali, la scuola… In 120 anni molto è cambiato, come è normale che sia. La Sip, Società italiana di pediatria, ha deciso di tracciare una fotografia di come l’infanzia di oggi sia diversa da quella di ieri. Pronti a fare un viaggio avanti e indietro nel tempo?

Come sono cambiati i bambini?

120 anni fa i bambini erano più numerosi di adulti e anziani. Era 32 milioni i bambini con età compresa tra gli 0 e i 15 anni, oggi sono poco più di 8. Un tempo, però, la mortalità infantile era molto alta: nel 1898 su 1000 bambini nati vivi ne morivano circa 240, oggi i decessi neonatali sono appena 2,9 su mille nati vivi. L’Italia è tra i paesi al mondo con un tasso bassissimo di mortalità infantile.

120 anni fa la speranza di vita era di 35 anni. Oggi è di 82,7 anni, tra le più alte al mondo. 6 decessi su 10 erano provocati da malattie infettive. Oggi grazie ai vaccini e non per merito delle fake news che i pediatri combattono queste morti sono un ricordo. I bambini di un tempo non avevano antibiotici e vaccini, c’era solo quello del vaiolo obbligatorio. Un tempo i bambini venivano allattati al seno per troppo tempo ed erano troppi i casi di malnutrizione e malattie come il rachitismo e lo scorbuto. Oggi, invece, assistiamo al fenomeno opposto, la sovralimentazione associata a sedentarietà che causa obesità nei bambini anche molto piccoli.

E la scuola? Un tempo i bambini non erano istruiti come oggi. La prima riforma rivoluzionaria è stata quella del 1923.

Come sono cambiati i giochi dei bambini

Ma  anche i giochi dei bambini sono cambiati. La tecnologia è sempre più presente nelle case dove ci sono bambini anche piccoli (con il monito dei pediatri a non dare ai bambini in mano smartphone e tablet troppo presto). Una volta si giocava molto di più all’aria aperta, magari in strada, cosa che oggi, in molte città, è diventata impossibile. Si giocava molto di più insieme: ci si radunava in piazzetta o al parco, mentre oggi tra gli impegni vari di ogni piccolo è quasi impensabile riuscire a fare una cosa del genere.

Di sicuro i bambini di una volta avevano più fantasia, perché avevano meno possibilità e meno giochi. Secondo recenti studi i bambini giocano poco, tanto che i pediatri in America hanno dovuto prescrivere il gioco ai bambini come terapia. Mentre crescono le campagne per invitare i genitori a tornare a giocare con i propri figli!

La polizia trova una bambina di 4 anni scomparsa nella foresta.

La polizia trova una bambina di 4 anni scomparsa nella foresta.

Perché gli anziani usavano sempre una forchetta con i denti allargati?

Perché gli anziani usavano sempre una forchetta con i denti allargati?

Cosa vedi prima nel disegno? L'incredibile test della personalità

Cosa vedi prima nel disegno? L'incredibile test della personalità

Coppia trova un album di nozze nascosto nel soffitto della cucina

Coppia trova un album di nozze nascosto nel soffitto della cucina

Scegli un'immagine e scopri la tua più grande paura

Scegli un'immagine e scopri la tua più grande paura

Oroscopo del giorno, 21 Gennaio: cosa dicono i segni zodiacali

Oroscopo del giorno, 21 Gennaio: cosa dicono i segni zodiacali

Oroscopo del giorno, 18 Gennaio: cosa dicono i segni zodiacali

Oroscopo del giorno, 18 Gennaio: cosa dicono i segni zodiacali