Cravatta, storia e curiosità di un accessorio glamour

Cravatta, storia e curiosità nel giorno dedicato al classico accessorio maschile.

Home > Fashion > Cravatta, storia e curiosità di un accessorio glamour

Cravatta, storia e curiosità di un accessorio che tutti gli uomini hanno nell’armadio e che tutte le donne adorano rubare loro (ma anche noi ne abbiamo molte nel guardaroba, non è vero?). Lo sapevate che il 18 ottobre di ogni anno si celebra il Cravatta Day? Non è un giorno casuale, ma è stato scelto per un fatto storico molto importante che riguarda questo accessorio usato nei completi eleganti, dai business men, dagli studenti di mezzo mondo. E non è solo più un accessorio maschile: anche noi donne lo indossiamo spesso!!!

Cravatta Bigi

Il 18 ottobre è il Cravatta Day: coincide con il giorno in cui l’Academia Cravatica avvolse intorno all’arena romana di Pola, in Croazia, una grandissima cravatta rossa per rendere omaggio all’identità nazionale. Il Cravatta Day si festeggia dal 2008, da qundo il Parlamento Croato ha deciso che il 18 ottobre fosse il giorno della cravatta.

Stefano Bigi, amministratore unico di Bigi Cravatte Milano, racconta: “Un tempo la cravatta era considerata un accessorio da indossare in momenti in cui l’eleganza e la formalità erano d’obbligo, Oggi tale tendenza è stata sdoganata e la cravatta, oltre a ricoprire un ruolo fondamentale nel vestire classico, ha iniziato ad essere utilizzata anche per donare un tocco di personalità ad outfit più casual ed informali, da sfoggiare durante il tempo libero, diffondendosi anche tra i giovanissimi”.

Cravatta storia e curiosità

La cravatta ha una storia molto interessante e sono molte le curiosità legate a questo accessorio di tessuto.

  1. Nel 1661 Re Luigi XIV istituì la figura del cravattaio del re, un uomo che doveva aiutare il sovrano ad annodare la cravatta. Il suo successo fu anche merito del re di Francia e dei parigini.
  2. La prima cravatta da club risale al 1880, quando gli studenti dell’Exeter College di Oxford decisero di togliere i nastri dai cappelli di paglia e annodarli intorno al collo.
  3. Le donne e le cravatte, un rapporto non nuovo ma che affonda le sue radici nel XVI secolo, quando la Duchessa di La Valliere per imitare il sovrano annodò al collo una preziosa stoffa.
  4. Il matematico svedese Mikael Vejdemo-Johansson ha individuato 177.147 possibili nodi da fare con la cravatta, anche se dalla teoria alla pratica il passo non è breve!
  5. La cravatta più costosa del mondo è la cravatta Suashish, creata dallo Studio Satya Paul Design in collaborazione con lo Suashish Diamond Group. Costa 200mila euro.
  6. Nel 2003 l’Academia Cravatica avvolse l’arena romana di Pola in Croazia una cravatta rossa lunga 808 metri e larga 25, per rendere omaggio al simbolo della loro identità nazionale. Il record della cravatta più grande del mondo non è ancora stato battuto.
  7. La cravatta è stata trasformata in opera d’arte grazie alla Donna con la cravatta di Modigliani e a Magritte.
  8. Anche i cartoni animati hanno personaggi con la cravatta sempre presente: Armando della Pimpa, Fred Flinstone, l’Orso Yoghi, Lupin.
  9. Il cinema ha spesso reso iconica la cravatta. Pensate ai Blues Brothers, a Stanlio e Ollio, a Leonardo di Caprio in The Wolf of Wall Street, alla cravatta di Christian Grey o quella di Harry Potter.
  10. Già ai tempi degli Egizi, però, gli uomini si legavano delle stoffe intorno al collo, in particolare dei defunti, in segno di protezione.