Sinisa Mihajlovic

Addio a Sinisa Mihajlovic, il dolce ricordo di Gianni Morandi: “Non ti dimenticherò”

Queste le parole del cantante: "Non ci credo. Ti voglio bene. Non ti dimenticherò"

La notizia della prematura scomparsa di Sinisa Mihajlovic ha lasciato tutti senza parole. Sono stati molti coloro che hanno scritto messaggi di cordoglio e affetto alla famiglia dell’allenatore per il terribile lutto che sta vivendo. Tra le tante parole scritte, non è passato inosservato il dolce messaggio che Gianni Morandi ha scritto per l’amico di sempre Sinisa.

Sinisa Mihajlovic

Gianni Morandi ha scelto i social per rivolgere l’ultimo saluto a Sinisa Mihajlovic, scomparso a 53 anni dopo una lunga battaglia contro un brutto male. Il cantante bolognese ha condiviso uno scatto in bianco e nero che lo ritrae insieme all’allenatore, felice e sorridente. Sotto il post in questione, una dedica che ha commosso l’intero popolo del web.

Queste sono state le parole che Gianni Morandi ha scritto per rivolte l’ultimo saluto a Sinisa Mihajlovic:

Caro Siniša, non ci voglio credere. Ho sempre pensato che avresti vinto anche questa battaglia, era troppo presto per andarsene… Oltre ad essere un vero campione, sei stato un uomo coraggioso e generoso.

Sinisa Mihajlovic

E, continuando, il cantante bolognese ha concluso:

Lo hai dimostrato in tutta la tua vita. Conoscerti e passare tanti momenti insieme è stato un grande regalo, ti voglio bene e non ti dimenticherò mai.

gianni Morandi

Sinisa Mihajlovic e Gianni Morandi: una speciale amicizia

Lo speciale rapporto che Gianni Morandi aveva con Sinisa Mihajlovic risale ancor prima che l’allenatore del Bologna, durante una conferenza stampa, dichiarò di essere malato di leucemia. In una recente intervista Gianni Morandi ha dichiarato di aver sostenuto l’amico il quale presto avrebbe sconfitto questo brutto male.

allenatore scomparso prematuramente

A riguardo, queste sono state le parole del cantante bolognese:

Lo sento, ci scambiamo dei messaggi, mi dice che lui ce la farà e anche io sono sicuro che ce la farà ma è una battaglia molto dura, è un vero combattente. Lo consideriamo veramente un uomo coraggioso, a parte che ha portato energia straordinaria alla squadra, l’ha salvata l’anno scorso.