Emanuela Panatta vestito rosso primo piano

Che fine ha fatto Emanuela Panatta? Cosa fa oggi la ex ragazza di Non è la Rai

Tutto quello che dobbiamo sapere sulla bellissima Emanuela Panatta, oggi scrittrice e attrice di teatro

Emanuela Panatta era giovanissima quando partecipò al programma Non è la Rai, diventando uno dei volti più amati della trasmissione.

Ora è una bellissima quarantaduenne che dai tempi del programma ha fatto parecchia strada ma che ha mantenuto l’espressione solare e la semplicità che la contraddistingueva.

Emanuela Panatta: gli esordi nel mondo dello spettacolo

View this post on Instagram

1992• Caschetto. Sempre in scarpe da ginnastica, felpe larghe e jeans. Nulla di femminile, mai. Andavo in motorino, il mio SH Honda 50 Blu petrolio. Zainetto a righe blu dell’Invicta. Abbastanza selvaggia e solitaria tanto quanto ora. Leggevo Shakespeare. Compravo quaderni e penne per passione: scrivevo in segreto. Guardavo i film in bianco e nero con mio nonno. Ascoltavo @gunsnroses @vascorossi @duranduran. Mi piaceva @lukeperrydaily e @lorenzojovanotti. Non mi piacevano i dolci. Giocavo a pallavolo e avevo una battuta Pazzesca. Non mi truccavo, portavo l’apparecchio ai denti con fierezza e mangiavo le unghie. NERO era il mio colore. Dicevo la verità anche quando non volevo andare a scuola, non ho mai fatto ‘sega’ preferivo dormire. Studiavo come una pazza per poter andare a danza, altrimenti non mi mandavano. Passavo dalle 14 alle 20, tutti i giorni tra sbarra, punte, ginnastica acrobatica, tip tap e recitazione per ragazzi nella mia scuola di danza a Roma. Nel 1990 ho iniziato a lavorare. Ero felice in sala prove. Il teatro e’ sempre stato il mio posto. 2019 vivo di questo, sono felice. Rivedo queste foto in cui mi taggate e penso a talmente tante cose che mi viene da piangere e da ridere… Penso agli esseri umani. Alle persone. In realtà ho pochissime persone alle quali sono realmente legata. Penso che inizierò una biografia dopo il mio secondo libro che uscirà nel 2020…. #grazie #confessionedelgiovedì #ricordi #fanspage #friends #me #1992 #fotoromanzi #cioe’ #sognibelli #tenerezza 🎭💃🖤

A post shared by Emanuela Panatta🦋CIVICO 33📖 (@emanuelapanatta) on

Emanuela Panatta, classe 1977, da sempre appassionata di danza, inizia a studiare questa disciplina ad appena quattro anni.

Studia a Roma, preparandosi in tutte le discipline che preparano al musical ( canto, danza e recitazione) presso la scuola di danza privata A.D.M. Mondial Dance.

Nel 1992 debutta a Bulli e Pupe, condotto da Paolo Bonolis e diretto da Gianni Boncompagni e, sempre nel 1992, viene scelta per partecipare a Non è la Rai, programma simbolo degli anni 90.

Resta a Non è la Rai per due anni, fino al 1994, diventando una delle protagoniste principali della trasmissione nonché idolo dei teenagers dell’epoca.

Nel 1993 fece scalpore la storia di un ragazzo di Savona che raggiunse ai piedi lo Studio 1 del Palatino di Roma, dove si registrava il programma, solamente per conoscere la bella Emanuela.

La carriera dopo Non è la Rai

Nel 1994 lascia il programma. Si reca negli Stati Uniti per fare un corso di perfezionamento di danza e poi viene chiamata a lavorare come ballerina in molti programmi televisivi Rai, quali Numero uno, condotto da Pippo Baudo e il Paese delle meraviglie presentato da Pippo Franco.

Debutta come presentatrice in Cartoon Network programma per bambini in onda su TMC e TMC2.

Nello stesso periodo studia recitazione e termina gli studi al Liceo Linguistico.

Frequenta moltissimi corsi e seminari di teatro e arte scenica in Italia e all’estero, anche con maestri di fama internazionale.

Nel ruolo della contessina Odette debutta come attrice nel film TV Farfalle diretto da Roberto Palmerini. Recita poi in varie serie di successo quali Carabinieri 2 e Un ciclone in famiglia 2 .

Emanuela Panatta e il successo in teatro

Emanuela è diventata un’attrice di teatro di successo.

Ha recitato nel 2003 nel ruolo del Virus nello spettacolo Mai dire Mouse di Enrico Brignano e Mario Scaletta. È stata Tersicorea in Shooting Romeo e Giulietta diretto da Philippe Talard, un progetto patrocinato dal Teatro dell’Opera di Roma e che vede come protagonisti anche alcuni detenuti del carcere di Rebibbia.

Nel 2004, nel Teatro del penitenziario di Rebibbia di Roma va in scena uno spettacolo nato da una sua idea, Quattro + Quattro.

Presso lo stesso teatro, Emanuela appare in una commedia di Dario Fo e Franca Rame,  Coppia aperta, quasi spalancata.

È stata protagonista di tante altre commedie di teatro, ha fatto tante tournée in giro per l’Italia ed ha esordito anche alla regia.

La vita di Emanuela Panatta oggi

Emanuela Panatta continua essendo molto attiva come attrice di teatro, recitando anche in lingue diverse dall’italiano, come lo spagnolo e l’inglese. Ha avuto esperienze anche come doppiatrice.

Dirige inoltre laboratori di teatro-fisico, con lo scopo di valorizzare l’espressione corporale attraverso parola e movimento scenico. È insegnante di movimento scenico e Gyrotonic e tiene seminari e masterclass in varie scuole italiane e straniere.

Ha scritto il libro Civico 33 Musica Sensi e Sessi, una raccolta di monologhi di 33 donne che vivono nello stesso condominio. Dall’ottobre 2019 scrive e presenta il formato radiofonico dello stesso libro.

Conserva ancora la determinazione, la genuinità e l’allegria della ragazza bionda che abbiamo conosciuto negli anni 90 a Non è la Rai.


GF Vip, Covid: la notizia getta gli inquilini nello sconforto

Nina Moric pubblica il video di Carlos Maria Corona

Aurora Ramazzotti cambia look: il suo nuovo taglio con il ciuffo corto e laterale

GF Vip: tenero bacio tra Zorzi e Oppini. Interviene Alba Parietti

Gianni Dei, morto l'attore e cantante: l'ultimo saluto di Mara Venier

UeD: Valentina Autiero esce dal programma con Germano

Elettra Lamborghini e i sintomi della gravidanza: "Non sono incinta, non può capitare"