Hevia in concerto con cornamusa

Che fine ha fatto Hevia? Scopriamo insieme cosa fa oggi

Tutto quello che c'è da sapere su Hevia, il suonatore di cornamusa delle Asturie

Era il 2000 quando un brano di musica folk scritto da uno spagnolo, Hevia, conquistò le classifiche italiane.

In quel periodo era impossibile non imbattersi ovunque nel suono della cornamusa. La sorpresa è che tale tale musica non proveniva dall’Irlanda o dalla Scozia, ma dalle Asturie, nel nord della Spagna.

Chi è Hevia

Hevia è il nome artistico di José Angel Hevia Velasco. Il musicista è nato nel 1967 a Villaviciosa, una città vicino a Oviedo, capoluogo delle Asturie, regione montuosa a nord della Spagna.

Il nonno di Hevia era minatore e anche lo stesso musicista lavorò per un periodo in miniera.

Quella di Hevia, però, non è una storia paragonabile a quella di un fortunato minatore che raggiunge il successo per caso: Josè Angel è laureato in filologia spagnola e tradizione orale e per un periodo si è dedicato anche all’insegnamento.

Quando ha solo 4 anni, passeggiando col nonno incontra un suonatore di gaita ( questo è il nome col quale viene chiamata la cornamusa in Asturia) e si innamora subito di questo strumento affascinante ma anche molto difficile da suonare.

Il nonno, anch’esso provetto suonatore, vede potenzialità nel nipotino e lo spinge a prendere lezioni a Gijon,città conosciuta in Italia per aver dato i natali alla showgirl Natalia Estrada .

Hevia racconta che il giorno del suo primo concerto sua mamma scoppiò in lacrime, non per l’emozione ma perchè lo strumento era sinonimo di musica per contadini ubriachi.

La carriera e il successo

La madre del musicista si sarebbe ricreduta bene presto: il bambino diventa infatti un provetto suonatore.

Insieme a due tecnici suoi amici, inventa la Gaita MIDI , una sorta di cornamusa elettronica , che è quella che possiamo ascoltare nei suoi brani e che permette di cantare mentre si suona, perchè non è necessario soffiarci dentro.

Il successo arriva nel 1998, con la pubblicazione del suo primo album, Tierra de nadie, nel quale si trova il suo brano più famoso, Busindre Reel. Diventa famoso in Spagna , vendendo più di 1000000 di copie.

La Opel utilizza la canzone come colonna sonora di una famosa pubblicità, regalandogli il successo internazionale.

Nel 2000 esce il secondo album, Al otro lado, nel 2003 il terzo, Etnico ma non troppo, e nel 2007 il quarto, Obsessión.

Ha partecipato a vari concerti in Vaticano. Il suo ultimo album, del 2018, si chiama Al son del indianau .

La vita di Hevia oggi

Con Hevia è nata la cornamusa-mania. Molti sono attratti dall’idea di suonare uno strumento affascinante come il suo, anche in Italia. Lo dimostra il fatto che insegna a più di 500 alunni.

Continua inoltre a suonare con il suo gruppo, del quale fa parte anche la sorella Maria José.

Hevia è stato sposato con una dentista dominicana, Rocío Polanco, che gli ha dato due figlie, Lucia e Amelia. Dopo la separazione, ha avuto una lunga relazione con Cristina del Valle, voce del gruppo Amistades Peligrosas, famoso in Spagna.

Pino Scaccia, morto a 74 anni il giornalista Rai: "Hai dato lustro al Servizio Pubblico"

Carlo Conti positivo al Coronavirus: "Sto bene, ma sono sotto controllo medico"

Michael De Giorgio accoltellatelo dalla fidanzata: parla con Deianira Marzano

Nicola Di Bari ricoverato in rianimazione dopo intervento alle coronarie

Patrizia De Blanck, il web chiede la squalifica per la frase offensiva contro Zorzi

Francesco Oppini in lacrime contro chi lo accusa di essere uno stratega

Grande Fratello Vip, svelato il nome del concorrente positivo al Covid