Wanda Nara

Wanda Nara, i vicini sono pronti a denunciarla: l’accusa è pesante

Guai in vista per l'ex moglie di Mauro Icardi: i vicini sarebbe pronti a portarla in tribunale

Nel corso delle ultime ore il nome di Wanda Nara è tornato ad occupare le pagine dei principali giornali di gossip. Questa volta, però, i motivi non riguarderebbero la storia d’amore con Mauro Icardi ma sembrano essere molto più gravi. Stando alle ultime indiscrezioni, infatti, i suoi vicini sarebbero pronti a portare l’influencer in tribunale: scopriamo insieme il perché.

Wanda Nara

Guai in vista per Wanda Nara. É di queste ultime ore la notizia secondo cui i vicini dell’ex moglie di Mauro Icardi sarebbero pronti a farle causa. Il motivo? L’accusa sarebbe molto grave e riguarderebbe il suo appartamento a Milano con vista Stadio San Siro.

A rendere nota la notizia su Wanda Nara è il quotidiano ‘La Repubblica’. Secondo il noto giornale, nel 2018 nel palazzo di Wanda Nara e dell’ormai ex marito Mauro Icardi sarebbero stati rilevati da parte del comune di Milano due interventi abusivi.

Wanda Nara

Stando a quanto informa sempre ‘La Repubblica’, questa situazione non sarebbe mai stata risolta e, in più, avrebbe fatto perdere a tutti i condomini del palazzo di accedere all’Ecobonus del 110%. Da qui la decisione di rivolgersi ad uno studio legale con la conseguente scelta di portare l’influencer in tribunale.

influencer argentina

Wanda Nara, i suoi vicini decidono di portarla in tribunale: le parole dell’influencer

C’è da dire che in seguito alla pubblicazione della notizia l’ex moglie di Mauro Icardi non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione ed ha deciso di rimanere in silenzio. Nel marzo 2022, però, Wanda Nara si era esposta in merito alla questione abusivismo per via del suo legale il quale ha dichiarato:

ex moglie mauro icardi

Quando il condominio si è attivato per eseguire i lavori con accesso al superbonus del 110, il general contractor e i tecnici hanno rilevato una serie di irregolarità, non solo nell’appartamento della mia assistita. In fase di mediazione si è invitata la signora Nara a eliminare le presunte irregolarità. La signora, nonostante non ci fosse certezza sulla non conformità delle opere contestate, al fine di consentire al condominio di eseguire il progetto e ottenere le agevolazioni, ha immediatamente provveduto a sanare la situazione, compresa la rimozione della famosa veranda. Da qui a dimostrare la responsabilità della mia cliente nel fare decadere le condizioni per accedere ai bonus, ne passa. Anche alla luce del fatto che non vi è la certezza a oggi che tutte le altre irregolarità nello stabile siano state sanate in momento antecedente rispetto a quanto fatto dalla mia cliente.