I cani dopo la ripresa dall’emergenza sanitaria: l’avvertimento del veterinario

Veterinario Raimondo Colangeli: cosa potrebbe succedere ai cani dopo la ripresa dell'emergenza sanitaria

L’Italia si trova in un momento di grave emergenza sanitaria e dallo scorso 4 maggio, il governo ha fatto ripartire la marcia della vita delle persone, in modo graduale e senza abbassare la testa. Un noto veterinario comportamentalista e vice presidente dell’associazione nazionale medici veterinari italiani, Raimondo Colangeli, ha voluto mettere in guardia i proprietari degli amici a quattro zampe.

Con la ripresa, i cani potrebbero soffrire di ansia e depressione, poiché adesso abituati alla costante presenza dei propri padroni in casa.

“I cani hanno difficoltà a rimanere soli, sviluppano un’ansietà legata alla separazione che chiamiamo sindrome da iperattaccamento. In questo periodo di emergenza sanitaria, sono contenti perché si sono trovati a casa in compagnia. Una cosa che riscontra anche a settembre, con il ritorno dalle vacanze. Tra i cani, chi è più patologico, lo riacutizzerá”.

Il veterinario ha poi consigliato: se il proprietario individua questi sintomi nel cane, dopo la ripresa, utilizzare delle tecniche per calmare l’assenza del umano. Cosa vuol dire? Vuol dire che dovrà continuare a prendersi cura del cane, a dimostrargli di esserci, portarlo a spasso o portarlo al parco.

L’esperto poi raccomanda una visita dal proprio veterinario, se il cane soffriva già di questa patologia in precedenza ed è peggiorato con l’attuale situazione. Esistono medicine naturali, che possono diminuire lo stato d’ansia.

I sintomi di questa patologia, qualora presenti, saranno visibili dopo che il proprietario lascerà l’abitazione: lamenti, guaiti, defecazioni emozionali, manifestazioni neurovegetative come disoressia, disturbi del sonno, sviluppo di rituali durante l’assenza del proprietario. Alcuni reagiscono distruggendo le cose all’interno dell’abitazione, sempre durante l’assenza.

Bisognerà quindi prestare attenzione al comportamento del proprio cane dopo il ritorno alla vita normale e alle precedenti abitudini.

"Si è avvicinato a me e sembrava avercela con la mia pancia"

Un pitbull attacca una donna ma si scopre che era stata lei ad importunarlo per prima

Cane randagio nel negozio di scarpe: il cliente si lamenta

Uomo si getta nell'acqua bollente salvare il suo cane

Rottweiler fa la guardia al pane della famiglia

Mel il cane abbandonato nella stazione degli autobus: cerca sempre i suoi amici umani

Scegli il gatto che più ti piace e la tua risposta rivelerà ciò che non sapevi di te stesso