Alex Zanardi dimesso

Alex Zanardi dimesso dall’ospedale di Siena e trasferito in un centro specialistico di recupero e riabilitazione funzionale

I medici hanno deciso di dimettere Alex Zanardi e trasferirlo in una clinica per la neuro-riabilitazione

Alex Zanardi è stato dimesso Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena e trasferito in un centro specialistico di recupero e riabilitazione funzionale. Il campione paralimpico è pronto per passare alla fase due, iniziando un percorso di neuro-riabilitazione.

Svolta nel caso di Alex Zanardi. Come avevamo già anticipato nella giornata di ieri, i medici avevano iniziato a ridurre la somministrazione di sedo analgesici per permettere al paziente di risvegliarsi dal coma farmaceutico. Il campione paralimpico era ricoverato nella Uoc Anestesia e Rianimazione Dea e dei Trapianti del Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena dallo scorso 19 giugno.

Valtere Giovannini

Il comunicato della Aou Senese

Poco fa, è arrivato il comunicato della direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese che fa recita così:

“In questi giorni si è concluso il programma di sedo-analgesia al quale era sottoposto l’atleta. Dopo la sospensione della sedazione, la normalità dei parametri cardio-respiratori e metabolici, la stabilità delle condizioni cliniche generali e del quadro neurologico hanno consentito il trasferimento del campione in un centro specialistico di recupero e riabilitazione funzionale. Alex Zanardi è stato quindi trasferito oggi in un’altra struttura”.

A fare il punto della situazione è stato Valtere Giovannini il direttore generale della Azienda Ospedaliera Senese. Giovannini ha rassicurato tutti sulla collaborazione futura con il centro specialistico di recupero e riabilitazione funzionale:

“I nostri professionisti rimangono a disposizione di questa straordinaria persona e della sua famiglia per le ulteriori fasi di sviluppo clinico, diagnostico e terapeutico, come sempre accade in questi casi. Ringrazio di cuore l’équipe multidisciplinare che ha preso in cura Zanardi mettendo in campo una grande professionalità, riconosciuta a livello nazionale e non solo”.

Infine, Valtere Giovannini ha voluto sottolineare il grande lavoro fatto dal team di medici che ha gestito egregiamente la situazione. Ma gran parte del merito della riuscita del loro intervento va ad Alex Zanardi e alla sua forza d’animo. Il campione ha dimostrato di essere davvero un vincente, un uomo d’acciaio. Ha lottato con le unghie e con i denti per raggiungere i suoi obiettivi.

View this post on Instagram

Forza papà, ti aspetto, torna presto ❤❤

A post shared by Niccolò Zanardi (@niccolo_zanardi) on

Le tre operazioni che ha dovuto affrontare l’ex pilota di Formula 1 sono state molto delicate ma hanno permesso ai medici di migliorare il suo quadro clinico generale. Le sue condizioni sono stazionarie anche se il quadro neurologico non era dei migliori. Ecco il resoconto fatto dal direttore generale della Azienda Ospedaliera Senese:

“L’atleta ha trascorso oltre un mese nel nostro ospedale: è stato sottoposto a tre delicati interventi chirurgici. Ha mostrato un percorso di stabilità delle sue condizioni cliniche e dei parametri vitali che ha permesso la riduzione e sospensione della sedazione e la conseguente possibilità di poter essere trasferito in una struttura per la necessaria neuro-riabilitazione”.

foto Alex Zanardi

I ringraziamenti alla famiglia

Infine, in chiusura, Valtere Giovannini ha voluto ringraziare la famiglia di Alex Zanardi e complimentarsi con la loro straordinaria forza. La moglie del campione, Daniela Manni e il figlio, Niccolò Zanardi, sono rimasti accanto a lui, collaborando con i medici:

“Concludo mandando un grande abbraccio alla famiglia di Alex, che ha dimostrato una forza straordinaria. Una dote preziosa che dovrà essere compagna di viaggio fondamentale del nuovo percorso che inizia oggi”.

Torneremo con aggiornamenti sul trasferimento di Alex Zanardi nella clinica di riabilitazione appena possibile.

Gioele morto durante l'incidente stradale: la nuova ipotesi sul giallo di Viviana Parisi

Viviana Parisi, una telefonata al 112: "C'è stato un incidente con una donna e un bimbo"

Nonno spara al nipotino di 7 anni: la disperazione della mamma

Viviana Parisi, la zia Mariella Mondello sul campo base delle ricerche: "Lo cerco da sola Gioele"

Un giovane con sindrome di Down ha rischiato la vita per salvare 2 ragazzine

Viviana Parisi l'autopsia conferma: è morta nel punto in cui è stata ritrovata

Bambino di 3 anni positivo al Coronavirus: contagiati altri 7 minori