alice morta

Alice Manfrini non ce l’ha fatta: la star del web è morta a 24 anni

La tiktoker Alice Manfrini, di soli 24 anni, è morta dopo che il tumore si è diffuso in tutto il corpo

Una notizia davvero straziante è quella che è venuta fuori in queste ultime ore, Alice Manfrini, la tiktoker che raccontava la sua lotta contro il brutto male sui social, non ce l’ha fatta. Il suo decesso è avvenuto lo scorso lunedì 7 novembre, ma la notizia è stata diffusa solo in queste ore.

alice morta

In tanti sono rimasti sconvolti da questa perdita. La ragazza che aveva solamente 24 anni, quasi per gioco, ha iniziato a raccontare cosa stava vivendo sul suo profilo TikTok.

In poco tempo sono diventate circa 40 mila le persone che hanno iniziato a seguirla. Ogni giorno tutti aspettavano un suo video, anche per avere informazioni sul suo stato di salute.

L’ultimo video che ha pubblicato sul suo profilo, risale al 1 novembre, poi il silenzio. Fino purtroppo all’arrivo della straziante notizia. In realtà Alice Manfrini è deceduta lo scorso lunedì 7 novembre.

alice morta

Era affetta da un Sarcoma di Ewing al ginocchio, la diagnosi ha avuto molto ritardo ad arrivare, a causa dell’emergenza sanitaria. In poco tempo le metastasi si erano diffuse ai nervi e a un polmone, successivamente però in tutto il corpo. In un’intervista con Today, è stata proprio lei a raccontare come stavano le cose e come lo aveva scoperto.

L’intervista di Alice Manfrini

Tutto è iniziato durante il primo lockdown con alcuni fastidi al ginocchio. Mettevo chili di creme, ma non funzionavano, tutti mi dicevano di stare tranquilla. A novembre piangevo dal male davanti a mia madre.

alice morta

Ho preso il Covid e sono dovuta stare ferma per un mese. Una volta negativa, ho provato a prenotare, ma i centri erano tutti pieni. Dovevano recuperare il tempo perso. Sono riuscita a fare una risonanza il giorno prima di Capodanno 2021. A gennaio ancora mi dicevano che la macchia nera non aveva affatto l’aspetto di quel brutto male.

La diagnosi del brutto male è arrivata a febbraio. Dopo la laurea avevo già iniziato le chemioterapie.