Risolto il caso di Anne Pham

Anne Pham, risolto il caso dopo 40 anni: arrestato il vicino, oggi 70enne

Anne Pham è stata uccisa 40 anni fa e le forze dell'ordine non sono mai riuscite a risolvere il suo caso, fino a pochi giorni fa

La storia di Anne Pham risale a 40 anni fa, quando la bimba di 5 anni è scomparsa mentre si recava all’asilo. I suoi genitori, come era solita fare, l’avevano lasciata andare a piedi, ma non ha mai raggiunto la sua classe.

Risolto il caso di Anne Pham

Dopo qualche giorno, le forze dell’ordine hanno trovato il corpicino senza vita della bambina. Oggi, dopo 40 lunghi anni, il caso è stato risolto e la vicenda ha fatto il giro del mondo.

Le autorità hanno arrestato il suo vicino di casa, un uomo che oggi ha 70 anni, accusato di averla rapita, violentata e poi strangolata. Il suo nome è Robert John Lanoue e risiede in Nevada.

Risolto il caso di Anne Pham

Grazie ad alcune tracce di Dna, gli agenti sono riusciti a risalire a lui. Il sospetto è che avrebbe attirato Anne Pham, cosa non difficile visto che lo conosceva, poi l’avrebbe portata in posto isolato e alla fine l’avrebbe uccisa. Il suo cadavere è stato trovato abbandonato nei pressi di una postazione dell’esercito a Monterey Bay.

Era un amico di famiglia, a quei tempi aveva circa 29 anni. Aveva trascorso diverse giornate a casa della famiglia della bambina e più volte aveva badato a lei. La mamma e il papà si fidavano di lui, non immaginando che sarebbe stato capace di farle del male.

Riaperto il caso della piccola Anne Pham

Le autorità di oggi sono riuscite a scoprire la verità dopo la riapertura delle indagini di casi irrisolti. Il Dna di Anne Pham è stato nuovamente analizzato con le attuali tecnologie e dopo averlo confrontato con quelli raccolti negli anni di tutti coloro che avevano avuto contatti con la minore, sono riusciti ad incastrare il suo assassino. Il 70enne è stato arrestato con l’accusa di omicidio e ora dovrà presentarsi davanti al giudice e dare la sua versione dei fatti.

Risolto il caso di Anne Pham

Non si tratta di una persona sconosciuta alle forze dell’ordine. In passato ha avuto precedenti penali e negli ultimi mesi stava scontando i domiciliari.