genitori dimenticano il figlio di 7 anni

Bologna, genitori partono per le vacanze ma dimenticano il figlio di 7 anni in strada

Sono partiti per le vacanze e hanno lasciato per strada il figlio di 7 anni: ecco la spiegazione che hanno dato agli agenti dei Carabinieri

È accaduto a Bologna, due genitori sono partiti per le vacanze ed hanno lasciato per strada il figlio di 7 anni. E non si tratta affatto del film “Mamma ho perso l’aereo”.

genitori dimenticano il figlio di 7 anni

Alcuni passanti, che hanno trovato il minore in lacrime, hanno allarmato le autorità. Gli agenti dei Carabinieri si sono tempestivamente recati sul posto, per capire cosa stesse succedendo.

La vacanza, le valigie, la partenza, è tutto così frenetico. Quasi sempre ci si dimentica di qualcosa, un pettine, un asciugamano, la crema solare. Questi due genitori, invece, hanno dimenticato il proprio figlio.

Il piccolo cercava la sua mamma e il suo papà, in lacrime. La sua disperazione ha allarmato i passanti. Ha raccontato a loro e alle forze del’ordine tutti i dettagli della vacanza e del fatto che i genitori erano partiti dimenticandosi di lui. Grazie alle informazioni, gli agenti sono stati in grado di rintracciarli.

genitori dimenticano il figlio di 7 anni

Dopo la chiamata, i due si sono resi conto di non avere a bordo il figlio di 7 anni e subito hanno fatto inversione di marcia, per precipitarsi a riabbracciarlo.

La spiegazione dei due genitori: non sapevano che il figlio di 7 anni fosse rimasto in strada

Alla richiesta di spiegazioni, la mamma e il papà hanno raccontato agli agenti di essere partiti con due mezzi diversi. Il papà guidava il camper e doveva portare il piccolo. Ma poco prima della partenza, il minore aveva espresso il desiderio di viaggiare con la mamma e così l’uomo lo aveva fatto scendere. Allo stesso tempo però, la donna era già partita, certa che suo figlio si trovasse con il padre. Alla fine, il bimbo di 7 anni si è ritrovato da solo in strada.

genitori dimenticano il figlio di 7 anni

Dopo la spiegazione, gli agenti dei Carabinieri hanno riaffidato il bambino ai suoi genitori, ma hanno segnalato la vicenda alla Procura dei minorenni, che ora dovrà valutare quanto accaduto.