Calogero Giglio morto

Calogero Giglio, papà di 47 anni, morto in un incidente stradale

Il dolore di una città intera per l'improvvisa e tragica scomparsa di Calogero Giglio: aveva 47 anni ed era papà di una bimba

Aveva solo 47 anni l’uomo che nella mattinata di ieri, domenica 27 novembre, ha perso la vita in un brutto scontro stradale avvenuto sull’autostrada A20 in Sicilia, nei pressi dello svincolo per Milazzo. Si chiamava Calogero Giglio ed era papà di una bimba. Lavorava come direttore in un supermercato della zona.

Calogero Giglio morto

Come ogni week end, purtroppo anche quello scorso è stato segnato da incidenti stradali sul territorio italiano che hanno portato al decesso di diverse persone.

Uno gravissimo è accaduto in Sicilia, sull’autostrada A20, più precisamente nei pressi dello svincolo per Milazzo.

Calogero Giglio, 47 anni, originario e residente di Barcellona Pozzo di Gotto, è rimasto vittima di uno scontro stradale intorno alle 10:00 del mattino.

Sul posto sono subito accorsi i sanitari del 118, che non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo, che era stato sbalzato via dalla sua Lancia Ypsilon.

Sul posto sono subito arrivate anche le forze dell’ordine, in particolare gli agenti di Polizia di Messina Boccetta, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso.

Non ci sarebbero altre vetture coinvolte nel sinistro. Si cercherà di capire quale sia stata la causa dell’incidente, ma le prime ipotesi parlano di asfalto viscido e bagnato.

Cordoglio per la morte di Calogero Giglio

Calogero Giglio morto

Calogero, per tutti coloro che lo conoscevano Lillo, era apprezzato e ben voluto da tutti. In tanti hanno espresso il proprio cordoglio sui social, definendolo sempre solare e sorridente, amante della vita e gran lavoratore.

Un destino molto triste il suo, molto simile a quello del fratello Dario, che nel 2008 perse la vita a soli 20 anni in un incidente molto simile al suo.

Lillo lavorava come direttore nel supermercato Sigma di Barcellona Pozzo di Gotto. Un lavoro che amava moltissimo e che svolgeva con grande professionalità.

Calogero Giglio morto

Tanti suoi colleghi hanno pubblicato foto scattate durante i turni e scritto dediche al loro amico che non c’è più. Particolarmente l’addio affidato ai social da Francesco:

Non ci sono parole per esprimere quello che provo in questo momento…solo tanto ma tanto dispiacere…la vita è assurda e delle volte fa anche schifo! Eri una gran persona, non dimenticherò mai tutte le giornate assieme a scaricare camion, fare pedane e anche se c’era da faticare tu sapevi rendere ogni momento divertente! Riposa in pace Lillo.