Arrestato il compagno di Romina Vento

Carlo Fumagalli ha tentato di togliersi la vita in carcere

Carlo Fumagalli, nella serata di ieri, ha tentato di suicidarsi in carcere e per questo motivo è stato ricoverato in ospedale

Sono passati tre giorni dal dramma che ha portato alla morte di Romina Vento, la donna di 44 anni annegata all’interno dell’auto che suo marito Carlo Fumagalli, la sera tra il 19 e 20 aprile scorsi, ha lanciato nel fiume Adda, in provincia di Bergamo. L’uomo, per il quale è stato convalidato il fermo, ha tentato il suicidio in carcere e si trova attualmente in ospedale.

Morte Romina Vento

Un episodio terrificante che ha sconvolto non solo i testimoni che hanno assistito alla scena, ma anche tutti coloro che ne sono venuti a conoscenza successivamente.

Carlo e Romina compagni da molti anni, la sera tra il 19 e 20 aprile scorsi erano a bordo della loro auto sulla strada a Fara Gera D’Adda, provincia di Bergamo.

I testimoni hanno notato la suddetta auto sfrecciare a grande velocità e sentito la voce della donna gridare per chiedere aiuto. Pochi istanti dopo quella macchina è uscita fuori strada ed è caduta nel fiume, immergendosi in pochi secondi.

Fumagalli a quel punto è riuscito ad uscire e mettersi in salvo, nuotando, sull’altra sponda del fiume. Per Romina, invece, non c’è stato nulla da fare ed è morta annegata.

L’uomo è stato poi fermato tre ore dopo l’accaduto. Some detto era uscito dal fiume e aveva tentato di far perdere le proprie tracce nella vegetazione circostante.

Inizialmente i testimoni avevano sentito urlare l’uomo che chiamava suo figlio. Particolare questo che ha fatto tenere che nell’auto ci fosse anche il figlio di 10 anni della coppia. Successivamente si è scoperto che il bimbo era a casa, insieme alla sorella maggiore di 15 anni.

Carlo Fumagalli ricoverato

Arrestato il compagno di Romina Vento

I Carabinieri hanno condotto il 49enne in carcere e questa mattina hanno convalidato il fermo, con l’accusa di omicidio aggravato e volontario.

Sempre nella mattinata di oggi si è tenuto l’interrogatorio, che ha portato al suddetto convalidamento dell’arresto. Ma l’incontro con gli inquirenti non è avvenuto in carcere, bensì in ospedale.

Arrestato il compagno di Romina Vento

Ospedale in cui l’uomo è ricoverato da ieri sera, poiché pare abbia tentato di togliersi la vita.

L’avvocato difensore di Carlo Fumagalli, intervistato dai giornalisti di Fanpage.it, ha dichiarato che il suo assistito ha fornito la sua versione dei fatti ed ha dichiarato di essere in cura per delle patologie di natura psichiatrica e che nelle ultime settimane aveva cessato di assumere i farmaci che gli erano stati prescritti.