morte Emanuele Vecchi

Colpito da un malore lungo l’autostrada: Emanuele Vecchi muore a 54 anni

Stava guodando lungo l'autostrada, quando è stato costretto a fermarsi per un malore: Emanuele Vecchi è morto a soli 54 anni

Una triste vicenda accaduta sull’autostrada A1, vicino al casello di Fano. Emanuele Vecchi, consulente finanziario di 54 anni, è stato trovato senza vita nella sua automobile.

morte Emanuele Vecchi

Gli inquirenti hanno subito aperto un fascicolo d’indagine e, dopo gli esami medici, è emerso che l’uomo è stato colpito da un malore. Probabilmente, consapevole del malessere, ha deciso di fermarsi nei pressi del casello.

Sul corpo non sono stati rinvenuti segni di violenza. La salma si trova già nelle mani della famiglia, che potrà procedere con l’organizzazione del funerale.

Emanuele Vecchi viveva a Ponte Rio di Monterado, in provincia di Ancona ed era originario di Sassoferrato.

Un decesso, quindi, avvenuto per cause naturali. Il 54enne stava guidando lungo l’autostrada, quando a causa di un malore è stato costretto a sostare in una piazzola. La stessa piazzola in cui è stato trovato senza vita, riverso sul volante della sua automobile.

morte Emanuele Vecchi

L’allarme è stato lanciato da un altro automobilista in transito sull’autostrada.

Emanuele Vecchi aveva problemi di cuore

Le autorità hanno scoperto che Emanuele aveva di problemi al cuore e il sospetto di un arresto cardiaco, è stato subito confermato dal team di medici.

Tutta la comunità lo conosceva, gli abitanti sono sconvolti per la notizia. Un decesso arrivato in modo improvviso e inaspettato. In tanti si sono stretti al dolore della sorella e della madre, entrambe residenti a Genga, un comune italiano situato in provincia di Ancona.

morte Emanuele Vecchi

Sui social sono apparsi tantissimi messaggi, pubblicati da persone che hanno voluto ricordarlo per l’ultima volta. È stato descritto come un uomo con tanto stile, di grande cultura e capace di discutere qualsiasi argomento. Gli amici lo chiamavano “dottore“, proprio per la sua intelligenza e per il modo in cui riusciva a farsi strada tra le questioni professionali. Il suo ricordo continuerà a vivere nel cuore di tutti coloro che lo conoscevano e lo amavano.