Coronavirus

Coronavirus: come si utilizzano i bagni pubblici correttamente?

Coronavirus e il rapporto con i bagni pubblici: ecco come utilizzarli in totale sicurezza

In tempi come quelli che viviamo adesso è di rilevante importanza indossare i dispositivi di sicurezza e altre precauzioni per limitare il contagio da Coronavirus. Dalle mascherine all’igiene delle mani, numerose sono le misure di sicurezza che si possono adottare per favorire il contenimento del virus.

Ma come bisogna comportarsi all’interno dei bagni pubblici? Ecco una serie di consigli che ci forniscono alcuni scienziati.

Coronavirus

Il Coronavirus continua a far paura. Nel corso degli ultimi giorni, il numero di contagi in Italia è salito in modo considerevole: attualmente i positivi sono 70.110 con un incremento di circa 4.158 rispetto agli altri giorni. Per questo motivo, è fondamentale ricordarsi ogni giorno di utilizzare i dispositivi di protezione e seguire tutte le norme anti-contagio.

In questo periodo particolarmente delicato per tutto il nostro paese, è necessario essere prudenti sopratutto nei luoghi a elevato rischio di contagio. Un esempio che possiamo fornire sono i bagni pubblici. Se prima della pandemia bisognava fa attenzione alle misure di igiene in posti come questi, ora è fondamentale più che mai.

Alcuni scienziati sostengono che gli sciacquoni dei water possono diffondere il virus nell’aria. In che modo? Quando si tira l’acqua si crea un vortice attraverso il quale possono disperdersi delle particelle in grado di contagiare le persone che vi sono all’interno della stanza.

Le goccioline possono raggiungere quasi un metro di altezza e rimanere attaccate alle superfici per più di un minuto. Dunque, c’è un elevato rischio di contagio dal momento in cui una persona entra nel bagno dopo che vi ha fatto ingresso un’altra persona positiva.

Stando a queste teorie, oltre alle norme più comuni, ovvero il metro di distanza e l’uso della mascherina, gli esperti consigliano vivamente di seguire altre due misure di sicurezza. La prima è quella di mantenere coperti sempre naso e bocca.

La seconda è quella che prevede di abbassare la tavoletta del wc prima di tirare l’acqua. In questo modo le particelle infettive non si diffonderanno nell’aria.

Strage di Ardea, il sogno spezzato del piccolo Daniel e lo strazio della madre

Strage di Ardea, il sogno spezzato del piccolo Daniel e lo strazio della madre

Denise Pipitone: scoperto chi è la donna con una figlia nelle foto diffuse delle ultime ore

Denise Pipitone: scoperto chi è la donna con una figlia nelle foto diffuse delle ultime ore

Milo Infante pubblica un post per chiarire ciò che sta accadendo sul caso di Denise Pipitone

Milo Infante pubblica un post per chiarire ciò che sta accadendo sul caso di Denise Pipitone

Strage di Ardea, la madre era in casa: alla vista della pistola del figlio scappa

Strage di Ardea, la madre era in casa: alla vista della pistola del figlio scappa

Strage di Ardea, il legale della famiglia Fusinato ha spiegato cosa è accaduto

Strage di Ardea, il legale della famiglia Fusinato ha spiegato cosa è accaduto

Caso Denise Pipitone: Giacomo Frazzitta commenta le ultime dichiarazioni dell'ex pm Maria Angioni

Caso Denise Pipitone: Giacomo Frazzitta commenta le ultime dichiarazioni dell'ex pm Maria Angioni

Tanti soldi nel carrello

Tanti soldi nel carrello