coronavirus medici

Coronavirus: cosa cambierà dal 15 giugno? Le parole del Ministro Speranza

Le parole del Ministro della Salute Speranza: "La pandemia non è ancora finita"

“La pandemia non è ancora finita”. Sono queste le parole del Ministro della Salute Speranza riguardo la pandemia causata dal coronavirus. Dal 15 giugno nel nostro Paese cambieranno alcune cose, tra cui l’utilizzo delle mascherine sui mezzi pubblici. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle novità riguardo l’emergenza sanitaria da coronavirus.

coronavirus medici

Dal 15 giugno 2022 in Italia ci saranno alcuni cambiamenti riguardo la gestione della pandemia causata da coronavirus. Nonostante l’abolizione dello stato di emergenza, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha rilasciato alcune dichiarazioni a riguardo, in particolar sull’utilizzo delle mascherine. Scopriamo insieme che cosa ha dichiarato il Ministro.

Queste sono state le sue parole:

Dobbiamo considerare la pandemia ancora non conclusa: in tanti Paesi da qualche giorno, c’è una curva che ricomincia a crescere e non dobbiamo considerare che la partita è chiusa. Non siamo cioè fuori dal Covid, tuttavia tutto ciò che abbiamo, dai vaccini agli antivirali, ci consente di dire che siamo in una stagione diversa.

coronavirus

Coronavirus: utilizzo di mascherine sui mezzi pubblici a partire dal 15 giugno

In particolar modo, il Ministro della Salute Roberto Speranza si è focalizzato sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, soprattutto sui mezzi pubblici. Riguardo questo argomento, Roberto Speranza ha dichiarato:

La valutazione è in corso.

Roberto Speranza

E ancora, il Ministro ha aggiunto:

Voglio continuare a chiedere ai soggetti fragili di proteggersi con la seconda dose booster del vaccino anti-Covid. C’è ancora margine di copertura ed i vaccini restano fondamentali. Veniamo da due anni complessi. Oggi siamo in una stagione diversa e abbiamo strumenti contro la pandemia che prima non avevamo ma è necessario continuare ad avere prudenza.

ministro Roberto speranza

Per il Ministro Speranza la prudenza è fondamentale, tanto che ha concluso:

La prudenza ci vuole sempre. Abbiamo una nuova flash survey in agenda che ci dirà bene qual è la prevalenza delle varianti del nostro paese. La nostra rete di monitoraggio e sorveglianza non si è mai fermata.