autopsia neonato

Dimesso e morto il giorno dopo: eseguita l’autopsia sul corpo del neonato di 5 mesi

Neonato di 5 mesi dimesso dall'ospedale e morto poche ore dopo: eseguita l'autopsia sul corpo, che ha svelato dettagli importanti

Nella giornata di venerdì 3 febbraio, è stata eseguita l’autopsia sul corpo del neonato di soli 5 mesi, che ha perso la vita poche ore le sue dimissioni dall’ospedale. L’esame ha stabilito l’esatta causa dietro il suo decesso ed anche dei dettagli importanti per le indagini.

autopsia neonato

L’intera comunità di Perdifumo dove vive la famiglia, è al momento sconvolta da questa perdita così improvvisa e straziante. Sono davvero tante le persone che stanno cercando di mostrare vicinanza ai suoi cari.

Da ciò che riporta il quotidiano locale Il Mattino, il medico legale ha eseguito l’autopsia nell’obitorio dell’ospedale di Battipaglia. Da questo esame, è emerso che il piccolo è deceduto per un’aritmia cardiaca.

Inoltre, è anche emerso che il suo stomaco era totalmente vuoto. Questo perché nei suoi ultimi giorni di vita aveva la diarrea e stava poco bene.

autopsia neonato

Al momento delle dimissioni dal nosocomio, la madre ha chiesto più volte ai medici di tenerlo ancora ricoverato, poiché il suo bambino non stava bene. Tuttavia, i dottori erano sicuri delle sue buone condizioni ed hanno deciso di rimandarlo a casa.

Neonato di 5 mesi deceduto dopo le dimissioni: i fatti

I fatti sono avvenuti negli ultimi giorni del mese di gennaio. Precisamente nella provincia di Salerno, nell’abitazione in cui vive la famiglia, nel comune di Perdifumo.

A causa di una bronchiolite i genitori si sono allarmati. Infatti per prima cosa lo hanno trasportato d’urgenza all’ospedale Ruggi D’Aragona e poi al San Giovanni di Dio di Salerno.

Per 9 lunghi giorni, i medici lo hanno tenuto ricoverato e lo hanno sottoposto a tutte le cure necessarie. Tuttavia, alla fine, hanno disposto le sue dimissioni, anche se la madre era contraria. La donna vedeva che la situazione non era migliorata affatto.

autopsia neonato

Proprio 24 ore dopo il suo rientro a casa, il bambino è peggiorato nuovamente. I genitori si sono subito allarmati e lo hanno trasportato d’urgenza all’ospedale Santa Maria delle Speranza ed è proprio qui che il neonato, purtroppo, ha esalato il suo ultimo respiro. I medici iscritti sul registro degli indagati sono 11, ma saranno solo le ulteriori indagini a far luce sulla vicenda.