Due camerieri morti nel Vibonese

Due Camerieri travolti in Calabria: arrestato l’automobilista che li ha uccisi

Il giovane che era alla guida della BMW che ha travolto e ucciso i due camerieri nel vibonese, è risultato positivo all'alcool test

I Carabinieri hanno fermato e posto agli arresti domiciliari il ragazzo che nelle prime ore del mattino di domenica, ha investito e ucciso i due camerieri a Simbario, in provincia di Vibo Valentia. Il conducente, un giovane del posto, è infatti risultato positivo all’alcool test.

Due camerieri morti nel Vibonese

Un incidente gravissimo che ha causato due vittime e che ha scosso una comunità intera, è quello che si è verificato intorno alle 4:00 del mattino di domenica scorsa vicino a Simbario, piccolo comune calabrese situato in provincia di Vibo Valentia.

Un’automobile con 5 persone a bordo, per l’esattezza una Peugeot 204, è rimasta in panne sulla statale 713, conosciuta come la Trasversale delle Serre.

Due dei passeggeri, due camerieri entrambi originari di Serra San Bruno, sono scesi a spingere l’auto in panne, all’imbocco di un cavalcavia. Proprio in quel momento è sopraggiunta una BMW ad alta velocità che li ha travolti in pieno.

Per Bruno Vavalà e Nicola Callà, rispettivamente 23 e 60 anni, non c’è stato nulla da fare. All’arrivo dei soccorritori sul posto erano entrambi già privi di vita. Uno dei due, addirittura, era stato sbalzato al di sotto del cavalcavia.

La notizia della morte di Bruno e Nicola si è diffusa già all’alba a Serra San Bruno, dove tutti sono rimasti sconvolti.

Due camerieri morti nel Vibonese

Alfredo Barillari, sindaco della cittadina, in un toccante post sui social ha mostrato, a nome suo, dell’amministrazione e di tutta la cittadinanza, cordoglio e vicinanza alle famiglie delle due vittime.

Ancora non è stato deciso il giorno dei funerali, ma non appena sarà decisa la data, per quel giorno, verrà proclamato il lutto cittadino.

Arrestato l’automobilista che ha investito i due camerieri

Due camerieri morti nel Vibonese

Sul luogo dell’incidente, oltre ai soccorritori medici, sono subito arrivati i Carabinieri della Caserma di Serra San Bruno, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso e fermato l’automobilista responsabile del sinistro.

Alla guida del mezzo c’era un ragazzo di Soriano, altro comune della zona, che è risultato positivo all’alcool test. Il tasso di alcool nel suo sangue era quasi tre volte superiore al limite consentito.

Per questo motivo è stato fermato e posto agli arresti domiciliari. Ora dovrà rispondere del reato di omicidio stradale e l’indagine è alla cura della Procura di Vibo Valentia.