La tragedia di Filippo Gilberti

Filippo Gilberti, di soli 14 anni, morto dopo 5 giorni di lotta

Filippo Gilberti ha accusato un malore lo scorso venerdì, mentre svolgeva il primo allenamento con la sua nuova squadra di calcio

Un episodio tristissimo si è verificato questa settimana a Brescia, più precisamente a Verolavecchia. Filippo Gilberti, di soli 14 anni, si è spento dopo 5 giorni di agonia in ospedale. Aveva accusato un malore lo scorso 2 settembre e da allora ha lottato con tutte le sue forze. Nonostante i suoi sforzi e quelli dei medici che lo hanno curato, non ce l’ha fatta. Una comunità intera è scioccata.

La tragedia di Filippo Gilberti

Aveva solo 14 anni Filippo, una vita intera davanti ed una passione enorme per il calcio, sport che praticava a livello giovanile nelle società locali, in provincia di Brescia.

Lo scorso 2 settembre dopo una lunga assenza dai campi da gioco, si era radunato insieme a quella che aveva scelto dovesse essere la sua nuova squadra.

Era il primo allenamento per la nuova stagione e nessuno, lui compreso, poteva minimamente immaginare quello che sarebbe successo.

Il tutto è iniziato con un malessere che si è trasformato presto in una crisi di asma. Gli allenatori e i genitori presenti nella struttura sportiva si sono accorti subito che qualcosa non andava e non hanno esitato nel chiamare i soccorritori medici.

Questi ultimi sono arrivati al campo comunale in via Quartiere De Gasperi, a Verolavecchia, ed hanno trovato il ragazzo sotto arresto cardiocircolatorio. Dopo averlo stabilizzato sul posto, lo hanno traportato d’urgenza e a bordo di un elisoccorso all’ospedale Civile di Brescia.

Per Filippo Gilberti non c’è stato nulla da fare

La tragedia di Filippo Gilberti

Le condizioni di Filippo Gilberti sono apparse fin da subito disperate. Per 5 giorni il 14enne è rimasto in prognosi riservata in ospedale, fino alla mattinata di ieri, mercoledì 7 settembre, quando il suo giovane cuore ha cessato definitivamente di battere.

Ora sull’accaduto verranno effettuati tutti i dovuti accertamenti, che serviranno a fare chiarezza su quanto accaduto.

La tragedia di Filippo Gilberti

La salma, intanto, è stata restituita alla famiglia. La mamma Giulia, il papà Ivan e il fratello Edoardo, completamente affranti da questo triste evento, stanno ricevendo l’abbraccio di tutta la comunità.

I genitori hanno acconsentito all’espianto e alla donazione degli organi di Filippo. Un gesto generoso che aiuterà altre persone a vivere.

Il funerale molto probabilmente si terrà nella giornata di domenica nella parrocchia di Verolavecchia. Nella stessa chiesa, sabato sera si terrà la veglia funebre.