auto syria

Incidente a Novara, lo strazio del papà di Syria Esposito in un’intervista e la scoperta degli agenti nell’auto

Novara, lo straziante racconto del papà di Syria Esposito sulla morte della sua prima figlia

Sono giorni di strazio e tristezza quelli che stanno vivendo i familiari di Syria Esposito, la 21enne che ha perso la vita all’alba di sabato 9 ottobre. Il padre Romolo Esposito ha voluto raccontare come si sente, ma anche cosa era accaduto pochi giorni prima dello scontro.

auto syria

Syria aveva 21 anni e da pochi mesi era fidanzata con quel ragazzo, che però i genitori non vedevano bene. Poco tempo prima per alcol gli avevano ritirato la patente e per diversi motivi, hanno provato più volte a dissuaderla.

Tuttavia, la giovane non ne voleva sapere. Il padre in un’intervista con uno dei giornalisti di Repubblica, ha rivelato dei dettagli importanti sulla vicenda. L’uomo ha dichiarato:

Non so cosa fare, dire o pensare. Spero solo che la legge faccia il suo dovere. Era già capitato che lui fosse ubriaco. Io e sua madre avevamo provato tante volte a provare a dissuaderla nel frequentarlo.

auto syria

Quella sera era alla guida con un tasso alcolemico 5 volte superiore al limite previsto. Solo due settimane fa alla mia ex moglie avevo detto: ‘Vedrai che quello ci farà piangere una figlia sulla tomba!’

Quelle sono immagini che non dimenticherò. Ho visto mia figlia per l’ultima volta dentro una bara. Questo è un dolore che non si può raccontare.

Syria Esposito ha perso la vita in uno scontro: la nuova scoperta

I fatti sono avvenuti alle 6.20 di sabato 8 ottobre. Precisamente lungo una strada che porta da Cameri a Bellinzago, nella provincia di Novara.

Alla guida della Renault Megane c’era il suo fidanzato di 23 anni, che improvvisamente ha perso il controllo del suo veicolo. Si è scontrato contro un muretto e purtroppo per la ragazza lo scontro è stato davvero fatale.

auto syria

Syria ha perso la vita sul colpo, mentre l’amico è deceduto dopo l’arrivo in ospedale. Il fidanzato di Syria ora è in arresto, questo perché dai test a cui si è sottoposto, è risultato essere positivo all’alcol. In quel che resta della macchina, gli agenti nel portabagagli hanno trovato anche altri super alcolici.