rachael investita

Investita da una volante della polizia, Rachael Louise Moore è morta a 21 anni

Lo straziante episodio di Rachael Louise Moore, morta a 21 anni investita da una volante della polizia

Un gravissimo sinistro è quello avvenuto la sera dello scorso 24 dicembre, nella provincia di Liverpool. Una ragazza di soli 21 anni, chiamata Rachael Louise Moore è stata investita da una macchina della polizia e purtroppo, nonostante il trasporto in ospedale, non ce l’ha fatta a sopravvivere.

rachael investita

La famiglia, proprio come gli agenti delle forze dell’ordine, al momento sta pubblicando migliaia di appelli sui social, per cercare testimoni ed avere ulteriori informazioni.

Il triste episodio è avvenuto la sera dello scorso sabato 24 dicembre. Precisamente nella contea di Merseyside, nella provincia di Liverpool. La ragazza dopo aver fatto tutti gli acquisti, era a piedi e stava rientrando a casa.

Tuttavia, è proprio durante il tragitto che è avvenuto l’impensabile. La dinamica è ancora poco chiara, ma l’unica cosa certa è che le volanti hanno ricevuto una segnalazione molto anomala.

rachael investita

Dalla radio hanno sentito che alcuni loro colleghi avevano bisogno del loro aiuto, poiché con una volante avevano investito una ragazza.

Le condizioni di Rachael dopo il sinistro, sono apparse molto gravi sin da subito. I medici intervenuti con la speranza di poterla salvare, l’hanno trasportata d’urgenza in ospedale. Però è proprio nella struttura sanitaria, che i dottori non hanno avuto altra scelta che constatare il suo decesso.

Gli appelli per il decesso di Rachael Louise Moore

Da quel momento la famiglia è chiusa nel silenzio. Nessuno di loro riesce a capire cosa sia successo davvero, ma ora saranno solo le ulteriori indagini a far luce sull’accaduto. I genitori, in un appello pubblicato sui social, hanno scritto:

rachael investita

Rachael Louise Moore amata figlia di Alison e Ian, sorella di Ben e nipote tanta amata di Nana Sue. Compagna di Jack ed amica premurosa di molti.

Mancherà tantissimo a tutti coloro a cui ha toccato la vita. La famiglia chiede che la propria privacy sia rispettata in questo momento così devastante per tutti.