Federica Sciarelli: aggredita la sua troupe a Mazara del Vallo

La troupe di Federica Sciarelli aggredita a Mazara del Vallo

Chi l'ha visto: Federica Sciarelli manda in onda i filmati su ciò che è accaduto ai suoi inviati a Mazara del Vallo

Durante l’ultima puntata della trasmissione televisiva Chi l’ha visto del 2 giugno, la conduttrice Federica Sciarelli ha mandato in onda dei spezzoni di video su ciò che è accaduto alla sua troupe a Mazara del Vallo.

Federica Sciarelli: aggredita la sua troupe a Mazara del Vallo
Credit: Chi l’ha visto

I suoi inviati, Francesco Paolo Del Re e Filomena Rorro sono stati aggrediti mentre erano alla ricerca di nuovi testimoni sul caso della piccola Denise Pipitone.

Il primo, Francesco, è stato attaccato da alcuni residenti mentre cercava di realizzare un servizio per Chi l’ha visto. Parole pesanti contro il giornalista, che hanno scosso il pubblico italiano.

Testa di ca**o, vattene. Avete scassato il ca**o, pezzi di mer**. Cog**one. Via, stron**, vi stacco la testa. Pezzi di mer**. Mer, siete mer**. Pezzi di mer**“.

Anche la giornalista Filomena Rorro che si era recata a Mazara del Vallo per cercare Claudio, il fratello di Anna Corona, ha ricevuto minacce da coloro che si trovavano per strada.

Federica Sciarelli: aggredita la sua troupe a Mazara del Vallo
Credit: Chi l’ha visto

“Vi stiamo guardando perché prima o dopo fate una brutta fine”.

Le parole di Federica Sciarelli

Federica Sciarelli ha spiegato che ci sono parti del filmato che non ha mandato in onda, che sono ancora peggiori. La conduttrice ha sottolineato che quella è soltanto una parte della comunità, perché Mazara del Vallo è composta anche da brave persone, che si sono strette al dolore di Piera Maggio e che insieme a lei chiedono verità e giustizia per Denise Pipitone. Quelle stesse persone che il pubblico ha potuto vedere durante le fiaccolate dedicate alla bambina scomparsa.

Federica Sciarelli: aggredita la sua troupe a Mazara del Vallo
Credit: Chi l’ha visto

Non è bello, perché i giornalisti stanno facendo il loro lavoro. Ma bisogna dire che sono poche persone. La maggior parte degli abitanti partecipa alla ricerca di Denise, abbiamo visto anche tante fiaccolate.

Non è un lavoro facile quello dei giornalisti, ma allo stesso tempo è importante, come spesso hanno sottolineato anche Piera Maggio e Giacomo Frazzitta. Bisogna far luce su questa vicenda, fin quando non verrà fuori la verità.

La gioia del papà del piccolo Nicola Tanturli, dopo il ritrovamento del bambino

La gioia del papà del piccolo Nicola Tanturli, dopo il ritrovamento del bambino

I dubbi sulla scomparsa del piccolo Nicola Tanturli: i punti oscuri della vicenda

I dubbi sulla scomparsa del piccolo Nicola Tanturli: i punti oscuri della vicenda

Tragedia a Cesena, il piccolo Diego Georgiev è morto a 2 anni: i genitori presentano un esposto

Tragedia a Cesena, il piccolo Diego Georgiev è morto a 2 anni: i genitori presentano un esposto

Ritrovameto Nicola Tanturli, la prima ricostruzione sul percorso

Ritrovameto Nicola Tanturli, la prima ricostruzione sul percorso

Ritrovamento Nicola Tanturli: le condizioni e il primo abbraccio con sua madre

Ritrovamento Nicola Tanturli: le condizioni e il primo abbraccio con sua madre

Funerale di Salvatore Ranieri: il nonno ha tentato di proteggere i fratellini uccisi

Funerale di Salvatore Ranieri: il nonno ha tentato di proteggere i fratellini uccisi

Caso Denise Pipitone: l'ex pm Maria Angioni indagata per false dichiarazioni

Caso Denise Pipitone: l'ex pm Maria Angioni indagata per false dichiarazioni