Laura Grey morta

Laura Grey, storica cantante della musica napoletana, morta a 81 anni

Laura Grey, all'anagrafe Vincenzina Agrillo, storica interprete della musica napoletana, è morta a Roma all'età di 81 anni

Il mondo della musica italiana e in particolare quella napoletana, nella giornata di ieri hanno appreso la triste notizia della morte di Laura Grey. La cantante ha acquisito un successo incredibile grazie alla sua interpretazione di brani classici partenopei e alla partecipazione a The Voice, nella squadra di Gigi D’Alessio.

Laura Grey morta

Si è spenta per sempre, all’età di 81 anni, Vincenzina Agrillo, conosciuta da tutti con il suo nome d’arte Laura Grey o con quello di Cinzia, che aveva usato da giovane.

Nata il 24 marzo del 1941 ad Afragola, Vincenzina Agrillo entrò nel mondo dello spettacolo da giovanissima, quando aveva solo 14 anni, con il nome d’arte di “Cinzia”, vincendo il Festival Flegreo con il brano “‘O lanzaturo“.

L’anno successivo partecipò al Festival dei Festivals organizzato e condotto da Corrado, ma la prima svolta decisiva della sua carriera arrivò nel 1966, con la firma di un contratto con l’etichetta discografica Zeus, Con quest’ultima incise il brano “Verrò a chiederti perdono”.

Laura Grey morta

Nel 1968 e nel 1969 partecipò a due edizioni del Festival di Napoli, mentre nel 1970 firmò un altro contratto con la Phonotype, con la quale incise il brano “Io sono il sole”.

Il successo globale di Laura Grey

Laura Grey morta

Gli anni ’70 hanno segnato l’ascesa definitiva al successo di Laura Grey. Allora, infatti, iniziò a girare per tutta l’Italia e nel mondo, cantando i grandi classici della musica napoletana e riportando in alto anche il noto brano “Come facette memmeta”.

Ancora con il nome d’arte “Cinzia” esordisce per la prima volta anche in televisione, partecipando ai programmi “Canzoni alla finestra” e a “Concerto per Napoli”.

Nel 1976 debutta anche come attrice, nel film Onore e Guapparia di Tiziano Longo, e per la prima volta si fa chiamare Laura Grey.

Dopo quell’esperienza sceglie di prendersi un periodo di pausa, e torna in sala d’incisione solo nel 1987, quando pubblica l’album “Come stai” con la sua precedente etichetta Phonotype, da cui è tratto il suo brano più famoso dal titolo “Ma tu appartiene a n’ato”.

L’ultima sua celebra apparizione in televisione è datata 2020, quando improvvisamente torna in scena grazie a The Voice Senior. La cantante si presenta nel programma e stupisce tutti alle Blind Audition. Nell’occasione viene riconosciuta da Gigi D’Alessio, che le propone di entrare nella sua squadra.